- AgoraSportonline.it - http://www.agorasportonline.it/archivio -

Zinco: oligoelemento importante per il benessere e la salute dell’organismo

spot [1]Lo zinco è un metallo comunemente presente in natura allo stato solido e conosciuto dai popoli più antichi che lo utilizzavano per la produzione dell’ottone.
Da una scoperta piuttosto recente, è emerso che si tratta di un minerale fondamentale per la salute dell’uomo,

Lo zinco è un metallo indispensabile al nostro organismo in quanto è un elemento costitutivo di oltre duecento enzimi e di molte altre proteine. In particolare è essenziale per il funzionamento di enzimi che regolano la respirazione cellulare e di quelli che hanno un’azione antiossidante.

Lo zinco è importante per l’organismo, perché è uno di quei complessi enzimatici necessari per il corretto funzionamento di diversi ormoni come l’insulina, ormoni sessuali e l’ormone della crescita.

L’organismo ne contiene generalmente da 1,4 a 2,5 grammi, immagazzinati per lo più nei globuli rossi e bianchi e nei muscoli.
Lo zinco per le sue proprietà è un elemento fondamentale per un’equilibrata crescita corporea e per il controllo del metabolismo e quindi del peso.

Lo zinco è anche implicato nel funzionamento della vista, del tatto, dell’olfatto e della memoria, mentre una carenza di zinco provoca disfunzioni sensoriali e intellettive.

Negli uomini, lo zinco è un elemento importante per la produzione di sperma: una carenza di zinco può provocare una diminuzione nel numero degli spermatozoi nel seme.

Tra i sintomi di carenza di zinco si annoverano: perdita di capellieruzioni cutaneediarrea,disturbi mentali e infezioni frequenti dovute a un mal funzionamento del sistema immunitario.

Il fabbisogno giornaliero di zinco varia a seconda del sesso e dell’età; 10 mg nel bambino, che salgono a 15 mg per le donne e gli anziani, e a 18 mg negli uomini adulti e nelle donne durante la gravidanza e l’allattamento.

Lo zinco si trova in diverse fonti alimentari come:

I cereali contengono sostanze (fitati e fibre) che ne riducono l’assorbimento.
I processi di fermentazione, come la lievitazione del pane, portano alla degradazione dei fitati, riducendo quindi il rischio di carenza.spot [2]

L’assorbimento dello zinco, che avviene nell’intestino tenue, viene ostacolato oltre che dai fitati, da alcune proteine del latte, come la caseina, e da elevate assunzioni di calcio.

Una corretta integrazione di zinco può essere d’aiuto in diverse patologie:

leggi anche: 

Benessere del tessuto osseo: prevenire è il primo passo! [3]

Cinetosi: come affrontare il temuto mal di movimento! [4]

Kit farmaceutico per i tuoi viaggi [5]

Proteggersi dalle zanzare: [6]

Helicobacter Pylori: un ospite indesiderato [7]

Intolleranza al lattosio [8]

Conosci il tuo microbiota? [9]

Celiachia: che cos’è e come riconoscerla [10]

Benefici della Papaya [11]

I rimedi contro le stress psico-fisico [12]

L’estate e i disturbi circolatori [13]

Farmacia Tre Colombine della Farmacia San Gaetano s.n.c.
Dott.sse Maddalena e Patrizia Zanetti
tel.0425/412038