Il telescopio James Webb della NASA sta per essere lanciato

Dopo il Big Bang, quando l’universo è agli inizi e le prime stelle lampeggiano, rimane uno dei capitoli più misteriosi della storia dell’universo.

Se gli astronomi potessero studiare i giorni caotici e gloriosi dell’universo primordiale, potrebbero iniziare a svelare come l’universo si è formato più di 13 miliardi di anni fa. Possono finalmente capire quali forze straordinarie sono apparse su stelle, galassie, buchi neri e pianeti, compresi i mondi extraterrestri che supportano la vita.

Tuttavia, nonostante gli osservatori più sofisticati nello spazio ea terra, gli scienziati non hanno modo di rintracciare gli oggetti più antichi e distanti dell’universo.

Voglio dire, fino ad ora.

La NASA sta per lanciare nello spazio il telescopio più grande e potente dell’umanità, chiamato Behemoth da 10 miliardi di dollari. Telescopio spaziale James Webb. Il ponte di osservazione a livello del campo da tennis, che partirà sabato dalla base spaziale europea nella Guyana francese, sarà in grado di vedere più in profondità e nello spazio di qualsiasi telescopio precedente.

La NASA chiama questa missione “Apollo Moment” – un gigantesco balzo in avanti che potrebbe rivoluzionare la nostra comprensione dell’universo e del posto dell’umanità in esso.

“È un po’ un cliché dire che cambierà il corso dell’astronomia, ma potrebbe fare di meglio”, ha detto Marcia Ryke, un’astronoma dell’Università dell’Arizona.

Ryke ha trascorso gli ultimi 20 anni a sviluppare una telecamera a infrarossi appositamente progettata chiamata NIRcam, uno dei quattro componenti principali del telescopio web. Ha detto che 100 milioni di anni dopo il Big Bang, la rete potrebbe svelare i misteri dell’universo primordiale. Può osservare gli extraterrestri con strumenti abbastanza sensibili da studiarne l’atmosfera, alla ricerca di una possibile biologia della vita aliena.

READ  Un padre di quattro figli che ha chiamato il presidente Biden "Let's Go Brandon" durante una chiamata della vigilia di Natale, ha scherzato

Nonostante tutti i suoi potenziali benefici, questa missione è una delle più audaci della NASA.

Affari pericolosi

Una volta lanciato, il telescopio web impiegherà circa un mese per raggiungere un punto intorno al sole a circa 1 milione di miglia dalla Terra.

Concetto artistico del telescopio spaziale James Webb nello spazio.NASA

L’obiettivo del laboratorio è chiamato la seconda latitudine o punto L2, e il telescopio è stato scelto perché un lato del telescopio potrebbe trovarsi in un’orbita permanente di fronte alla Terra e al Sole in modo permanente. Questo aiuta a proteggere l’attrezzatura del telescopio dal calore e dalla luce, che possono interferire con le sue osservazioni.

Ma oltre un milione di miglia, la NASA non può inviare astronauti al telescopio per aggiornarli o ripararli se qualcosa va storto. Gli astronauti hanno visitato il telescopio spaziale Hubble in orbita terrestre bassa tra il 1993 e il 2009 in cinque missioni di servizio separate. Questa volta non sarà un’opzione, ha affermato Greg Robinson, direttore del progetto web della NASA.

“Non c’è stato alcun aiuto lungo la strada”, ha detto Robinson. “Non appena lascia il pianeta, è automatico.”

Telescopio spaziale di nuova generazione

Il James Web Space Telescope è una joint venture tra la NASA, l’Agenzia spaziale europea e l’Agenzia spaziale canadese. Originariamente proposto 30 anni fa, il laboratorio è progettato per aiutare gli astronomi a integrare il modo in cui è nato l’universo moderno.

Ma questo piano non è privo di controversie. Durante il suo sviluppo, il telescopio ha speso miliardi di dollari con un budget ed è stato completato più di un decennio dopo. Per le migliaia di scienziati e ingegneri di tutto il mondo coinvolti in questo progetto, è stato un lungo e frequente viaggio orizzontale.

READ  Gli ospedali della zona di Cleveland che stanno combattendo la recente rivolta del governo 19 hanno pubblicato un annuncio su un giornale locale dicendo "aiuto".

Ora, Webb è finalmente pronto per iniziare.

Il laboratorio si basa sulla tradizione del telescopio spaziale Hubble, operativo dal 1990. Hubble è responsabile di decenni di scoperte scientifiche e di alcune delle immagini più sbalorditive dell’universo, inclusi i gloriosi pilastri della creazione. Il telescopio è limitato da ciò che può vedere e da quanto lontano.

Lo specchio primario del telescopio web raccoglie e focalizza la luce dagli oggetti nell’universo, rendendolo estremamente grande per volare nello spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *