Home » RUGBY

Tifosi disciplinati in nome del rugby

1 febbraio 2016 Stampa articolo

Tifosi Rugby RovigoUna composta partita allo Stadio Battaglini. Sabato 30 gennaio a partire dalle 14,30 i tifosi rugbisti pian piano stavano riempiendo gli spalti dello stadio Battaglini e tra le scalinate delle tribune iniziavano a distinguersi i colori rosso blu di sciarpe e berretti. In attesa dell’inizio le ragazze pompon di rosso vestite mettevano in scena qualche passo coreografico, con loro anche la mascotte bersagliotto. Forse per la giornata uggiosa o per qualche altro motivo, gli spalti non erano presi d’assalto. Il pubblico presente era per lo più composto da uomini adulti, tra loro molte persone anziane, i giovani c’erano, ma non in maggioranza, ragazzi e ragazzi si scambiavano tra di loro scherzi attendendo l’inizio del gioco. OLYMPUS DIGITAL CAMERATra i tifosi posizionati sotto, la tribuna della stampa, anche una giovane donna che prima e durante la partita andava avanti indietro con il suo simpatico cagnolino nero di razza barboncino al guinzaglio.
Finalmente la partita inizia e questi uomini ossessionati dalla palla ovale costretti in mille difficilissime regole sportive, che un arbitro in campo riesce sempre a far rispettare, in simbiosi con i propri disciplinati tifosi, sono capaci di autocontrollo e di gestire la propria furia facendo vedere un degno spettacolo agonistico. Ad elogiare il mondo del rugby non si scopre nulla, come il fatto che riesce da solo ad entrare nel cuore della gente grazie ad i suoi valori sportivi e alla qualità sportiva ed umana dei suoi atleti.

TifoseriaIntanto la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta dà buone notizie dall’infermeria a coach McDonnell che per la sfida di sabato al Battaglini avrà a disposizione anche Roberto Tenga, Federico Silvestri e Giacomo Riedo, confermato anche per Nicola Quaglio e Matteo Maran che già nel secondo tempo contro il Piacenza erano tornati a calcare il campo. Le uniche note dolenti riguardano Yannick Agbasse e Domenico Grassotti, entrambi infortunatosi con la squadra Cadetta rossoblù durante la partita di ieri: il primo ha subito una distorsione all’avampiede destro e dovrà fermarsi per almeno 15 giorni, il secondo una distorsione tibio-tarsica sinistra che lo lascerà fuori dal campo per una settimana.

 

 

Silvia Fantinati



Articoli correlati