Home » VOLLEY

Il Trofeo delle Province del Veneto torna a Rovigo dopo 15 anni

4 febbraio 2016 Stampa articolo

Natascia VianelloROVIGO – Dopo 15 anni, il Trofeo delle province torna a Rovigo e vedrà coinvolte le sette province del Veneto e la provincia di Trento nelle categorie Under 14 femminile e Under 15 maschile. La Consulta dei presidenti provinciali Fipav del Veneto e il Consiglio regionale del presidente Roberto Maso hanno accettato il progetto di candidatura di Fipav Rovigo ad ospitare nel 2016 l’evento, ritenuto tra i più importanti della regione. L’appuntamento con il TdP è stato fissato nel week-end che va da venerdì 29 aprile a domenica 1 maggio.

La storia del Trofeo delle province: è da sempre l’appuntamento regionale più importante, al quale accedono i migliori atleti del Veneto e che decreta annualmente, in un programma di tre giorni di gare, la provincia campione Under 14 femminile e Under 15 maschile. Ogni regione ha il suo TdP sponsorizzato Kinder e facente parte delle attività federali denominate Kinderiadi; il Veneto già da qualche anno ospita anche la provincia di Trento, che con la sua tradizione pallavolistica ha portato un tocco di qualità in più. L’appuntamento annuale ha abitualmente una location itinerante, per dare modo ad ogni comitato di dare lustro al proprio territorio; nel 2015 ha fatto da padrona di casa Fipav Treviso, mentre nel 2014 è stato ospitato da Fipav Padova. I campioni in carica, decretati in terra trevigiana, sono Fipav Treviso nel maschile e Fipav Venezia nel femminile.

La storia di Fipav Rovigo nel Trofeo delle province: negli ultimi anni Rovigo non è mai riuscita ad ottenere più dell’ottava posizione, sia nel maschile che nel femminile e la crisi che ha colpito i tesseramenti, nel settore maschile in particolare, è stata la causa del ritiro per qualche anno della stessa formazione. Ma Rovigo non è l’eterna cenerentola del TdP e negli anni ha ottenuto anche buoni risultati in entrambi i settori con un secondo posto e due terzi posti nel femminile. Una Rovigo forte atleticamente e combattiva caratterialmente che forse le giovani formazioni non conoscono ma che la dirigenza ricorda e che per questo lavora per tornare a quei livelli. Domenica 31 gennaio è partito il lavoro di reclutamento e selezione della rappresentativa maschile pianificato dagli allenatori Luca Bergo, Luca Rossini e Sabrina Faccio, mentre a dicembre sono partiti i lavori della selezione femminile con lo staff composto da Giuliana Perilli, Ilaria Pizzo e Federico Grigolato. Tutte le società sportive stanno contribuendo al buon esito dei reclutamenti mettendo a disposizione i propri migliori atleti in età.

Parola al Presidente Natascia Vianello: “Finalmente si gioca in casa! L’accettazione della candidatura ci ha riempito di gioia! Finalmente Rovigo gioca tra il suo pubblico. Negli ultimi anni è stata molto dura accettare di essere il fanalino di coda. Non c’è niente di peggio per un atleta che dover accettare una classifica che sa non essere quella giusta, anche se purtroppo meritata in campo. L’avversario contro di noi ha sempre meritato di vincere, ma noi non abbiamo mai giocato per impedirglielo. Spero veramente che il giocare in casa possa dare quella forza in più che permetta ai ragazzi di affrontare ogni gara, ogni set al massimo, uscendo da quel campo sorridenti e senza rimorsi, qualunque sia il risultato.” E prosegue: “Il programma definitivo è ancora in fase di preparazione, occorreranno otto palestre e sei alberghi per ospitare le oltre 300 persone che arriveranno da tutto il Veneto e non è prevista una centralizzazione dell’evento; l’obiettivo è quello di coinvolgere sportivamente e turisticamente tutto il territorio.”

Iole Sturaro



Articoli correlati