Home » Calcio a 5, Femminile

Sconfitta con onore per Granzette contro l’Hellas

9 febbraio 2016 Stampa articolo

Granzette C5CAMPIONATO FIGC C5 FEMMINILE SERIE D
10° giornata – Girone di andata
Hellas Verona – GRANZETTE 3-0
ZEVIO (VR) – Il Granzette per la decima gara del campionato di serie D di calcio a 5 femminile va a far visita alla capolista Hellas Verona. Nei primi minuti di gioco le due squadre si studiano, le ospiti aspettando a metà campo mentre le padrone di casa con un pressing alto. Al 5′ una buona triangolazione con il pivot porta le veronesi vicino
alla rete ma Grandi prima ed Andreasi poi respingono l’attacco. Le rodigine faticano a tenere palloni in loro possesso dopo aver verticalizzato ma Sinigaglia ed Andreasi bloccano ogni ripartenza. Al 9′ Andreasi prova il tiro da fuori, la palla ribatte su una avversaria che riparte, Andreasi recupera e protegge palla venendo atterrata, l’arbitro non vede il fallo e fa proseguire portando la numero 8 veronese davanti a Grandi che nulla può; il direttore di gara convalida la rete ed ammonisce Andreasi. La partita si accende e l’arbitro invece di calmare gli animi si rende protagonista in negativo non fischiando più nulla. Per fortuna in campo ci sono delle atlete con la testa sulle spalle che continuano a giocare creando azioni su entrambi i fronti.

 

Al 12′ Andreasi recupera palla, mette Marchetto davanti al portiere, il capitano colpisce con poca forza e la palla si ferma sul palo e rotola sul fondo. Il Granzette cerca il pareggio ma la poca precisione sotto porta torna a fare da padrona per le ragazze allenate
da mister Bassi. L’Hellas macina buon gioco, il livello delle atlete non scende mai nonostante i cambi ed il ritmo è sempre alto. Al 16′ con quattro passaggi le rodigine arrivano davanti al portiere, Malin serve una palla sporca ad Andreasi che non colpisce bene e fa ripartire la numero 8, Marchetto puntuale come al solito chiude e blocca la ripartenza ospite. Al 20′ Sinigaglia in pressione sulla numero 7 veronese riesce a rubare palla, la gialloblu strattona e dà una gomitata alla numero 5 rodigina sotto gli occhi dell’arbitro che fischia il fallo ma inspiegabilmente non estrae nessun cartellino. Un minuto dopo è Grandi ad essere impegnata con una uscita perfetta sullo scambio pivot laterale veronese. Sul finire di tempo Andreasi recupera l’ennesimo pallone, porta su di sè tre avversarie, scarica a Bazzan che gira di esterno spalle alla porta. La palla supera il portiere battuto, colpisce il palo e corre lungo la linea sbattendo sull’altro palo per poi finire sul fondo: la porta sembra davvero stregata.
La ripresa inizia con un Granzette che frena con decisione le ripartenze veronesi ma vince chi fa gol e purtroppo le rodigine non riescono a trovare il pari con Malin prima, con Iaich un minuto dopo e con Andreasi al 4′. Andreasi continua una passerella tra panchina e campo, costretta ad uscire ogni due minuti per falli subiti dal pivot veronese, ammonito solo al 10′ per un fallo che paradossalmente aveva inizialmente subito lei. Alla prima disattenzione difensiva però l’Hellas trova il raddoppio: al 12′ il pivot gialloblu vede la porta e fa partire un destro all’incrocio dei pali imparabile per Grandi. Il 2-0 non frena le ospiti, al 15′ Malin non vede sul secondo palo Iaich
e tira addosso al portiere; due minuti dopo è Marchetto a servire Bazzan ben posizionata ma la rodigina si allunga troppo palla e non arriva a colpire la sfera.
Il terzo gol delle veronesi arriva al 20′ su calcio piazzato: una punizione dal limite trova il capitano veronese sul secondo palo che deposita in rete.
Nonostante la sconfitta la prestazione delle ragazze neroarancio è tutt’altro che negativa, hanno creato molte occasioni anche se nel calcio vince chi queste occasioni le concretizza. Ora testa all’ultima di campionato in casa contro il Monte di Malo domenica prossima, obbligatorio vincere per mantenere il quarto posto al giro di boa per
poi ripartire con slancio e tentare la risalita.

C.S.



Articoli correlati