Home » VOLLEY

Parte in collaborazione con l’ufficio scolastico di Rovigo il corso di arbitro scolastico di pallavolo

17 febbraio 2016 Stampa articolo

arbitrÈ partito oggi, mercoledì 17 febbraio, il corso di arbitro scolastico di pallavolo, organizzato dalla Commissione ufficiali di gara Fipav Rovigo in collaborazione con l’ufficio scolastico provinciale e il Liceo sportivo Paleocapa. Due gli istituti di Rovigo città che hanno aderito al progetto: l’Itis Viola e il Liceo sportivo Paleocapa, che metterà a disposizione anche la sede, per una trentina di ragazzi iscritti, per la maggior parte tra i 15 e i 16 anni.

Quello di arbitro scolastico è un corso particolare, che prevede con cinque moduli di abilitare gli studenti alla qualifica necessaria ad essere designati nelle gare dei campionati studenteschi. Il corso è gratuito e i relatori sono i docenti federali e arbitri nazionali Diego Longhi, Alessandra Pilati, David Bastianin e Riccardo Barabani. La valutazione finale è lasciata ai docenti di educazione fisica delle rispettive classi, che sulla base di alcuni test proposti durante le ore di educazione fisica, sceglieranno gli studenti più qualificati che arbitreranno alle finali studentesche programmate a Rovigo il 15 marzo nella palestra di San Pio X. Ad ogni partecipante sarà rilasciato attestato di partecipazione e fischietto logato Fipav.

La qualifica di arbitro scolastico permette di frequentare gratuitamente un’integrazione del corso federale di settembre per ottenere l’abilitazione di ufficiale di gara e scendere in campo nelle gare federali dei campionati Fipav. La carriera di ufficiale di gara per la pallavolo inizia a 16 anni e parte dai Campionati Studenteschi, prosegue il suo percosso nei campionati federali fino alla promozione in serie A.

Il progetto è stato fortemente voluto dagli enti Fipav Rovigo e Ust Rovigo, in sintonia per una nuova collaborazione che permetterà, unendo le forze, di arricchire le attività scolastiche con nuove proposte formative federali collaterali. A livello sperimentale si è partiti quest’anno a Rovigo capoluogo ma, se i riscontri continueranno ad essere positivi, il prossimo anno sarà esteso a tutta la provincia.

C.S.



Articoli correlati