Home » ATLETICA

Pioggia, fango e tanti sorrisi nerarancio

Domenica si sono corsi i Campionati provinciali di cross. Il titolo Ragazzi va a uno strepitoso Andrei Neagu. Tra le Ragazze la prima polesana è Giada Coltro.
17 febbraio 2016 Stampa articolo

Cross Provinciale - partenza gara femminileSolesino (Padova) – Escono ancora dalla pioggia e dal fango le conferme sul buon lavoro che Confindustria Atletica Rovigo sta operando a livello giovanile. Domenica scorsa a Solesino si sono disputati i Campionati provinciali di corsa campestre. Un evento singolare, come testimoniato dalla sede di gara esterna ai confini polesani. Infatti dopo alcuni anni si è deciso di tornare ad assegnare i titoli relativi alla provincia di Rovigo gareggiando insieme al comitato Fidal di Padova. Una soluzione che ha dato ai giovani podisti la possibilità nerarancio di confrontarsi con atleti provenienti da altre blasonate società di atletica leggera, tra le quali Fiamme Oro, Assindustria Sport Padova e Vis Abano, solo per citarne alcune.andrei neagu
Il meteo davvero avverso non ha scoraggiato i circa 30 portacolori di Confindustria Atletica Rovigo presentatisi al via. A brillare è stata soprattutto la stella di Andrei Neagu, timido ma promettentissimo classe 2003 che da poco di è unito al gruppo nerarancio. Il secondo posto assoluto conquistato a Solesino nella categoria Ragazzi (1 km) col tempo di 4’11” gli è valso il titoli di campione provinciale e conferma classe e doti di un mezzofondista sicuramente più maturo della sua età. Sempre tra i Ragazzi si segnalano anche le buone prove di Stefano Quadretti e Antonio Oliva, giunti al traguardo rispettivamente in 13esima e 14esima piazza assolute.atleti con Stefano Breda sx e Giovanni Migliorini allenatori
Nella categoria Ragazze (1 km) il titolo di campionessa provinciale è andato all’atleta nerarancio Giada Coltro che ha chiuso la sua gara in 45esima posizione col tempo di 5’43”, quasi 30” in meno della compagna di squadra Anna Trambaiolo.ricognizione del percorso
Ma a regalare soddisfazioni a tecnici e dirigenti di Confindustria Atletica Rovigo è stata anche la massiccia partecipazione alle prove in programma di giovanissimi Esordienti (nati dal 2005 al 2009) che nonostante la pioggia e il fango hanno tenuto testa ai pari età padovani sia dal punto di vista tecnico che agonistico. “Venire a gareggiare a Padova ci ha dato segnali molto incoraggianti – commenta Marco Bonvento, vicepresidente di Confindustria Atletica Rovigo – Io ed il Consiglio direttivo stiamo lavorando alacremente per ampliare gli orizzonti di questa società e per garantire ai nostri giovani i giusti stimoli e le giuste motivazioni per crescere come atleti e come persone. I tempi sono cambiati. L’Adige è, per noi, solo un confine geografico. Pronostico che nel futuro la rivalità Padova-Rovigo non sarà più confinata solo allo stadio Battaglini”.

 

C.S.



Articoli correlati