Home » serie B2, VOLLEY

Fruvit conquista 2 punti ed è quarta

28 febbraio 2016 Stampa articolo

Fruvit vs DoloVolley Dolo Ve – G.S.Fruvit Occhiobello 2-3
18-25, 25-23, 24-26, 25-19, 11-15
Volley Dolo: Ballan, Donolato(4), Comis(12), Polesel(4), Vallotto(5), Bosello(8), Cacco(15), Scarpa(6), Benin, Libralato, Pegorin, Carraro, Scardazan, Calore.
G.S.Fruvit: Coltro(4), Ferrari(2), Tosi(11), G Toffanin(7), Battistella(11), Zamberlan(5), Ferroni(12), Bolognesi(21), Bombardi, Fyda, Stoppa, S Toffanin, Negrato(L1), Puglia(L2). Allenatore: Pantaleoni, vice allenatore Perilli, Scout man: Albini

DOLO (Venezia) Altri due punti conquistati al tie break per il G.S. Fruvit, che sembra aver fatto l’abbonamento ai cinque set, diciamo subito che la gara si è svolta in una palestra dove Dolo si allena, poiché il palazzetto dove di solito si svolgono le gare interne della squadra veneziana, è risultato inidoneo, notizia comunicata a Fruvit durante il viaggio di trasferimento. Con condizioni non favorevoli, dimensioni e scarsa illuminazione della palestra, Fruvit porta a casa altri due punti pesanti, che, vista la sconfitta di Simagas Trieste posiziona le polesane momentaneamente al quarto posto in classifica a 32 punti, più uno dalle friulane.

Primo set con pubblico “molto vicino”, Pantaleoni schiera Ferrari, Ferroni, Battistella, Bolognesi, Toffanin e Zamberlan, Negrato libero, Buona partenza delle giallo nere che al primo parziale tecnico arrivano in vantaggio di quattro punti, 4-8, nonostante la palestra sia freddissima, il calore dei pochi tifosi presenti si fa sentire, Fruvit arriva al secondo parziale tecnico 8-16, con qualche decisione arbitrale discutibile, le padrone di casa cominciano a ingranare, le Pantagirl si fanno recuperare, Dolo si riporta 13-17, nelle fila Fruvit entra Coltro per Zamberlan, il vantaggio polesano rimarrà invariato sino al 18-25 finale.

Attimo di rilassamento nel secondo set per Fruvit, si dorme su qualche pallone, 5-2, poi 8-3 i primi parziali, Fruvit impatta a 9, ma non serve, 16-13, il secondo time out tecnico e punteggio sempre sotto 18-14, Pantaleoni cambia ancora Zamberlan con Coltro, Fruvit recupera terreno sino al 20-19, poi Dolo allunga di tre, nelle fila polesane entra Tosi per Battistella, Fruvit pareggia 23-23, Dolo chiude il set con un attacco positivo ed un errore di Tosi a rete.

Nel terzo set Pantaleoni parte con Coltro già schierata, si arriva al primo parziale 4-8, le padrone di casa recuperano grazie a qualche errore di troppo di Fruvit , il secondo time out tecnico arriva sul 12-16, Pantaleoni è costretto a chiedere tempo anche sul 19-21, sostituisce Toffanin con Zamberlan, e Tosi con Battistella, si va punto a punto al 23-23, e 24-24, sul 24-25 Pantaleoni fa entrare Bombardi per Ferroni alzando il muro, ma è l’ace di Bolognesi che risulta vincente. Ora i tifosi si sono scaldati.

Il quarto set vede Fruvit partire con due ace di Ferroni e due attacchi a rete di Bolognesi, 5-8, il pareggio arriva sul 9-9, poi è Dolo a dettare il ritmo partita, sul 16-11 entra Tosi per Battistella e viene subito murata, ancora cambio al centro, Zamberlan rileva Toffanin, dal 19-13 è un crescendo per le padrone di casa che ben poco concederanno a Fruvit sino al 25-29 finale. Fruvit vs Dolo

Ancora Tie break vuol dire ancora nervi a fil di pelle, serve la giusta concentrazione , partire bene è già un vantaggio, entrambe le squadre vogliono i due punti, è parità sino al cambio campo 7-8, Fruvit ha subito sin qui due muri, due attacchi fuori , una battuta a rete. Dolo non si schioda, rimane attaccato, è Tosi che segna il 9-10, Bolognesi segna in ace, sono gli attacchi sbagliati di Dolo a consegnare la posta a Fruvit.

Un insoddisfatto Pantaleoni analizza così l’incontro: “Partita giocata in condizioni difficili, non al palazzetto ma in una palestra con luce bassa, molto freddo, ovviamente la cosa valeva per entrambe le squadre, per quanto ci riguarda bruttissima partita la nostra, per come abbiamo giocato non meritavamo di più, non potevamo fare di più, troppi errori, quando invece è sembrato potessimo rischiare di meno. Siamo contenti per aver vinto un altro tie break, che continuo a ripetere per me rimane l’essenza della pallavolo, vincere 3.2 è sinonimo di carattere, vuol dire che molte cose sono andate male, ma alla fine i punti decisivi li hai fatti per vincere. Stasera una brava Bolognesi in attacco 33%, difesa 43% e cinque battute punto, la battuta e finalmente qualche murata (8) sono stati i punti a nostro favore, nonostante per noi il muro rimanga ancora un fondamentale da migliorare, e molto. Stasera non siamo stati nelle condizioni ideali per giocare a muro e poi in difesa, proprio la difesa non è stata quel collante che ci serviva per contrattaccare, mentre la battuta è stata ottima per chi ha battuto spin, ci ha fruttato 16 punti, questo ha tolto a Dolo il primo tempo, cosa che noi temevamo molto, hanno giocato poco con l’opposto (Donolato) che ha potuto avere una bella prestazione personale, brava, veramente pregevole, per nostra fortuna l’hanno utilizzata poco. Ferrari non era in giornata, non sono andate benissimo anche Ferroni e Toffanin, Eleonora (Battistella) stava andando bene poi è calata. Loro hanno giocato bene, ho azzeccato l’alzatrice con cui hanno giocato, il nostro merito è aver tenuto la mente apposto nel tie break nonostante tutto. Servirà questa concentrazione se vogliamo tentare la corsa al quarto posto.”

C.S.



Articoli correlati