Home » serie B2, VOLLEY

Alva Inox cede solo al tie break con Avesani

6 marzo 2016 Stampa articolo

Alva inox (1)Pastificio Avesani Isola – Alva Inox Delta Volley Porto Viro 3-2

25-19; 25-21; 20-25; 23-25; 15-13

Pastif. Avesani: 1 Cottarelli (L2),2 Segala, 3 Sgro’, 4 Bissoli(K), 5 Sartori, 6 Vicentini, 7 Martinelli, 8 Cavalieri, 9 Cerbelloni, 10 Zanini, 11 Alberti, 12 Roncari(L1), 14 Veronese, 15magalini. All.: Piccoli R.

Alva Inox Delta Volley Porto Viro: 1 Zennaro, 2 Zorzi, 3 Perini, 6 Lamprecht, 7 Rebeschini, 9 Zambon, 10 Bovolenta, 11 De Grandis, 15 Bortoletto, 16 Fusaro(L), 17 Gallo (K). All: Falcini L., Bivi M.

Arbitri: Paulin Thierry Nouemsj, Michele Piva Di Padova.

Gara combattuta quella di sabato sera al Palazzetto di Isola della Scala(VR) , a giocare i padroni di casa del Pastif. Avesani e l’ Alva Inox Delta Volley di coach Falcini, iIl match termina 3-2 per la scaligera.

Ad aprire le danze sono i bianco rossi, risponde al colpo Bortoletto 1-1. Avvio di set equilibrato 5-4. Alva Inox spenta ma funziona, una buona regia favorisce tutti gli attaccanti in campo che mantengono una situazione equa. Bortoletto trova il pareggio 12-12 , a sostituirlo poi Perini che non riesce in questi frangenti ad abbattere il muro locale . Staccano i ragazzi dell’ Avesani che lasciano dietro di sei punti gli ospiti chiudendo il set  25-19.Alva inox (2)

Il secondo set non è migliore per i ragazzi di Falcini , mancano di determinazione lasciando il gioco nelle mani dei veronesi 8-3. Pallonetto di Zorzi al 9-6 che riaccende i deltini, più grintosi. Perini riceve e poi stampa il 12-9. Il Delta ci crede di più, bel  turno di battuta per Rebeschini che con un ace definisce 13-10, ma non basta ad accorciare le distanze. Negativo per la portovirese che non riesce a contenere l’ondata scaligera. Incisivo Lamprecht in vari attacchi, cambio di regia con Zennaro che alza all’opposto deltino per il 24-17. Lamprecht ci riprova con il 24-19 , ed un ace 24-20 ma poi è ancora Isola a chiudere 25-21.

Alva inox (4)Partono incisivi i nero fucsia in questo terzo parziale, Rebeschini a muro da una carica di positività ai compagni mettendo in saccoccia due punti 5-2. Mette giù De Grandis che inizia a farsi sentire 4-8. Perini stacca 7-10 e realizza 7-11 dopo un lungo scambio. Lottano le compagini su ogni pallone , Perini determina altri due punti e brilla a muro . Attacco vincente della banda Gallo che porta il 10-16. Alva Inox ora è calda, ha ingranato la marcia giusta e pare non arrestarsi. Grinta e positività condiscono le giocate deltine, il pubblico di entrambe le compagini è energico e acclama i propri ragazzi. Avesani tenta la rimonta portandosi a tre punti 16-19. Cambio tra Gallo e Zambon . Doppio muro di De Grandis e 17-22. Lamprecht intasca 18-24 ed è Zambon a schiacciare il 20-25 .

Continua la scia positiva per Alva Inox, crolla il muro veronese davanti all’ esplosivo Perini 3-4. L’ apporto di ogni giocatore è determinante in questa partenza ; Lamprecht , Rebeschini e De Grandis staccano il 4-7. Un Perini travolgente, differente rispetto i  primi due set giocati, 5-8.Buone cose il libero Fusaro, vigile alla ricezione. Lamprecht inafferrabile allunga le distanze di cinque punti 5-10. Bene Zambon che porta il sestetto polesano a più sei 8-14 con una schiacciata vincente. Il muro deltino è invalicabile e coeso. Gioco fluido per l’ Alva Inox che con la verve giusta sta mostrando un bel gioco di squadra , una squadra compatta e grintosa. Ancora Zambon all’attacco 12-18. Rebeschini al centro mette a segno il 13-21.

Rimonta con non poche difficoltà l’ Avesani portandosi a meno due dagli ospiti ma chiude Perini 23-25.Alva inox (3)

Si va quindi al tie break per definire chi porta a casa i 2  punt1. Si mantengono in vantaggio gli ospiti rodigini con importanti attacchi di Zambon e Perini, un indissolubile Rebeschini a muro in coppia con De Grandis. Poi gli scaligeri agganciano gli avversari 8-8 e si gioca punto a punto. 10-11 la padrona di casa contesta una scelta arbitrale ed è rosso e un punto alla nerofucsia . Scontro all’ultimo pallone tra i sestetti, gli animi si scaldano ma a determinare la gara sono i padroni di casa che raggiungono il 15-13 per il 3-2.

C.S.



Articoli correlati