Home » RUGBY

O capitano!Mio capitano! Thomas Argenton, condottiero gialloblu

‘Ringrazio il rugby per tutte le emozioni che mi regala. Il sogno? Sposarmi’
11 marzo 2016 Stampa articolo

il capitano del Rugby Frassinelle, Thomas ArgentonSei anni a Frassinelle. La fascia di capitano al braccio. Il tempo libero diviso tra gli allenamenti con i compagni e il lavoro in giovanile. C’è tanto rugby nella vita di Thomas Argenton, ma al pensiero di una meta non ancora segnata, il flanker gialloblu lascia da parte l’ovale e pensa a Francesca. ‘Vorrei sposarmi e diventare padre. Penso sarebbero le mete più belle della mia vita’. Un progetto di vita concreto a 34 anni, gli ultimi dei quali vissuti a svettare in touche o nelle trincee dei raggruppamenti. In gialloblu però Thomas veste anche la divisa di Educatore dei piccoli galletti. E non è difficile quindi immaginare di quale forma sarà il primo pallone che regalerà a suo figlio.

Thomas, agli impegni con la Prima Squadra alterni anche gli allenamenti con le giovanili, che da gennaio ti vedono in campo con la 14. Come ti trovi?

‘Bene, ho ritrovato il mio vecchio allenatore Denis Zanconato; per me in under 14 è un’esperienza nuova, cerco di imparare il più possibile e condividere con i ragazzi il mio bagaglio. Ho la fortuna di avere anche due allenatori in Prima Squadra, Antonio e Dario, dai quali imparo tantissimo ogni giorno’.

Il primo insegnamento che cerchi di trasmettere ai ragazzi.

‘Cerco di trasmettere la passione e i sacrifici che bisogna fare se ami questo sport. E l’attaccamento alla maglia’.

In qualità di Educatore, quali sono le difficoltà maggiori che incontrate con i bambini?

‘Penso che la difficoltà più grande sia far abituare il giocatore al contatto con il terreno’.

Problema che, in generale, il sistema scolastico non aiuta a risolvere…

‘Due ore di ginnastica a settimana sono troppo poche, non riesci a insegnare tutti gli aspetti della motoria. A volte si incontrano ragazzi che non riescono nemmeno a fare una capriola. Forse però proprio la scuola potrebbe dare una mano…’.Thomas Argenton

In quale modo?

‘Cercando di trasmettere, diffondere e insegnare questo bellissimo sport, così da diminuire anche il gap che ci separa da altre Nazioni. Anche le società che militano nelle massime serie, secondo me, dovrebbero affidarsi principalmente a giocatori italiani. In modo tale da favorire la loro crescita’.

Capitolo Prima Squadra. Quest’anno sei la guida di un gruppo molto giovane e rinnovato.

‘Sono arrivati tanti nuovi giocatori giovani, speriamo sia un trend che continui. Questo è un ambiente stupendo e noi ‘vecchi’ vogliamo trasmettere l’attaccamento a questi colori e la voglia di lottare sempre, vittorie o sconfitte che siano’.

Proprio le ultime due partite vi hanno allontanato dalla vetta.

‘Vero. Purtroppo adesso è dura arrivare primi. Dobbiamo comunque rialzarci e tornare a esprimerci come sappiamo. Finiamo il campionato nel miglior modo possibile’.

Cosa significa per te essere capitano?

‘E’ un onore e un orgoglio. Per me Frassinelle è una seconda casa e farò di tutto per rispettare questa realtà’.

Quali sono gli obiettivi di Thomas Argenton?

‘Voglio continuare a offrire il mio contributo ancora per qualche anno. Poi continuare ad allenare’.

Cosa fa arrabbiare Thomas Argenton?

‘Non mi arrabbio facilmente, ma non mi piace chi parla troppo. Preferisco poche parole ma tanti fatti’.

Foto 3Un giocatore dal quale cerchi di prendere esempio.

‘Gabriele Arziliero. Sono anni che giochiamo insieme, è stato il mio capitano ed è una bandiera della squadra. Ha carisma dentro e fuori dal campo’.

Chi è il più disordinato in spogliatoio?

‘Ognuno ha il suo posto, ma direi Michele Toso e Giuseppe Mortella’.

E il più ordinato?

‘Andrea Patrian’.

Una maglia che non hai mai indossato…

‘Quella della Nazionale. Per un giocatore è la massima aspirazione possibile’.

Un ricordo che ti scalda il cuore…

‘Tanti, io devo solo ringraziare questo sport per le emozioni che mi fa vivere. Forse, come Educatore, la prima partita vinta con i bambini dell’under 10…’.

 

 

C.S.



Articoli correlati