Home » BASKET

Parla il  presidente della neo nata Basket Porto Tolle

25 marzo 2016 Stampa articolo

Porto Tolle – Inizia con le prime dichiarazioni del neo presidente della nuova società Basket Porto Tolle l’attività mediatica al fine di conoscere le  finalità della nuova struttura. Filippo Ruzza eletto all’unanimità dal nuovo direttivo alla massima carica societaria, quarantatreenne, papà di Riccardo e Bianca, convive con Stefania e dirige il locale supermercato Alì. Da una vita nel basket giocato portotollese, con una breve parentesi a Codigoro, nel ruolo di guardia ha militato anche in serie D.

Quali sono i ricordi più importanti che ti porti nel bagaglio Filippo ?

Filippo Ruzza n 4 e al suo fianco Ale Rossetti n. 5

Filippo Ruzza n 4 e al suo fianco Ale Rossetti n. 5

«Sicuramente tutto il mio tragitto sportivo, dal settore giovanile nella Pallacanestro Delta ai campionati maggiori, sono stato fortunato a conoscere persone speciali in questo ambiente, da Alessandro Rossetti a Massimo “Ciaci” Siviero, passando per Mario Robbi, da loro ho imparato non solo a stare in campo ma il rispetto verso compagni e avversari. Menzione speciale per Alex Salmi, compagno  e amico, con lui ho condiviso sudore e gioie, panchine  e successi».

Com’è nata l’idea di questa nuova società ?

«A dire il vero ci avevamo provato anche qualche anno fa a far nascere qualcosa, in particolare è stato Sauro Perini, mio vecchio compagno di squadra, ha sponsorizzare l’idea, mi aveva coinvolto nel progetto, poi però abbiamo abbandonato l’idea per mancanza di tempo e disponibilità nell’affrontare il gravoso impegno».

Oggi invece, siete riusciti a concretizzare il sogno ?

«Si, con l’interessamento di alcune figure storiche del basket portotollese e l’inserimento di alcuni giovani dopo un lungo coinvolgimento personale siamo riusciti a dar vita alla società, grazie all’affiancamento logistico del Tennis Club Porto Tolle e al supporto tecnico di Ale Rossetti, oggi siamo regolarmente iscritti alla Federazione nazionale».

Filippo Ruzza ai primi passi nel basket

Filippo Ruzza ai primi passi nel basket

Che obiettivi vi prefissate in primis ?

«Innanzitutto essere credibili di fronte alle istituzioni federali e comunali, il tutto per coinvolgere un numero sempre maggiore di giovani, portarli ad abbracciare quello che per noi è lo sport più bello del mondo. A questo scopo inizieremo a coinvolgere il mondo scolastico, le parrocchie, le associazioni di volontariato, cioè tutti coloro che si occupano di bambini, puntiamo a sviluppare un settore giovanile sano e serio, che sia di richiamo per tutti coloro che intendono conoscere il basket».

Per quanto riguarda l’aspetto agonistico avete delle idee ?

«Certamente, nella stagione sportiva 2016-17 puntiamo ad iscriverci al campionato di seconda divisione, abbiamo già un nutrito numero di atleti locali pronti ad affrontare l’avventura e daremo spazio ai giovani che spesso trovano difficoltà di inserimento per svariati motivi, il nostro tecnico sarà il già citato Alessandro Rossetti, proprio lui ha abbracciato questa avventura con  notevole entusiasmo, di meglio non potevamo trovare, oltre ad un amico è persona che getta anima e cuore per il gruppo e la sua professionalità è fuori discussione».

Come ha risposto il paese all’ iniziativa  ? 

«E’ presto per fare delle valutazioni oggettive ma se il buon giorno si vede dal mattino siamo molto fiduciosi, la nostra pagina sui social ha riscosso entusiasmo, molti si sono complimentati di persona, numerose sono le richieste di informazioni sul nostro progetto, perciò direi che la risposta è decisamente positiva. A tal proposito vorrei ringraziare pubblicamente tutti i componenti del direttivo che hanno riposto in me la fiducia per questo ruolo e garantire a tutti che il basket a Porto Tolle tornerà a farsi conoscere in maniera positiva come un tempo».

Gilberto Greguoldo



Articoli correlati