Home » vari

Al vicesindaco Gennari la delega fair play

27 marzo 2016 Stampa articolo

Giaccon - GennariPorto Viro (Rovigo) – Nell’ultimo consiglio comunale il sindaco Thomas Giacon ha assegnato al vicesindaco Silvia Gennari, la  Delega del tempo libero e fair play legata alla delega dello sport, con lo scopo di avviare dei processi virtuosi di politica sportiva.

Vicesindaco Silvia Gennari, è una novità la delega  del fair play ?

”Una novità, quella dell’assessorato al fair play che si sta diffondendo in diversi comuni di diverse dimensioni. Alcuni esempi sono Verona, Napoli, Udine, Pesaro, ecc. È chiaro quindi che non sono il primo ad avere questa nomina ma mi unisco ad una tendenza virtuosa che ancora in pochi stanno seguendo.Una delega che fa riferimento alla carta internazionale del fair play, al codice europeo di etica sportiva e tanto altro. Lo sport, ma più in generale qualunque attività, deve essere praticato correttamente e vogliamo che questa cultura si trasmetta a tutti i giovani”

Cosa c’è di nuovo rispetto a prima?

“In realtà non c’è nulla di nuovo in un termine coniato nel 1601 da Shakespeare. La vera novità non è da ricercare nel concetto, che dovrebbe essere consolidato, ma nella sua applicazione e, ancor di più, nel dovere, da parte di tutti gli educatori (genitori, maestri, allenatori, insegnanti, ecc.), di trasmettere ai bambini l’importanza di giocare secondo le regole, onorando il proprio sport e rispettando se stessi e l’avversario. E poi, se fosse così scontato, non ci stupiremmo nel vedere un giocatore di calcio che interrompe il gioco nel pieno di un’occasione favorevole, per aiutare un avversario a terra “Silvia Gennari

Quindi il fair play come insegnamento di vita?

“Esattamente! I bambini devono interiorizzare fin da subito un concetto di etica che altrimenti si perde, e lo sport è sicuramente il veicolo giusto per educare al meglio i nostri piccoli ad affermare la vita sapendo che rispettare le regole non è solo doveroso ma è anche una forma di libertà straordinaria, la libertà di essere onesti e sicuri di se”.

Perché Porto Viro avrebbe bisogno di questo assessorato?
“Porto Viro è una piazza sportiva dai numeri incredibili. Ci sono tantissime società sportive o associazioni con finalità sportive, che vanno dal calcio al ciclismo, dal judo alla pallavolo, passando per il pattinaggio e triathlon. Porto Viro può contare su tanti campioni attuali e passati che hanno dato e daranno grande spessore e prestigio a tutta la comunità. Per questo voglio sia dato allo sport il ruolo sociale che gli spetta. L’ attività sportiva non è solo spettacolo e competizione, è anche un modo per affrontare la vita, perchè nello sport come nella vita bisogna eccellere con lealtà, correttezza, tenacia e rispetto dell’avversario”

Di fatto quali sono le attività che verranno promosse da questo assessorato?
“Inizieremo con l’incontro informativo nel corso del quale Lucio Taschin, delegato provinciale per il Coni Rovigo, informerà le associazioni sportive sul progetto Sportivamente, finanziato dalla fondazione Cariparo. L’appuntamento è fissato per il 06 APRILE alle ore 21.00 in Sala Convegni Biblioteca civica di Via Navi Romane, 8”

C.S.



Articoli correlati