Home » BASKET

Il Basket Porto Tolle protagonista alle animazioni estive

10 maggio 2016 Stampa articolo

Alex SalmiPorto Tolle (Rovigo) –  In attesa della presentazione ufficiale, che avverrà la prossima settimana, i dirigenti del Basket Porto Tolle stanno orientando i loro sforzi verso le animazioni estive, in particolare il responsabile del settore tecnico, Alessandro Rossetti, coadiuvato da Alex Salmi, bandiera della pallacanestro bassopolesana, stanno operando a trecentosessanta gradi sul territorio. “ E’ fondamentale – ci dice Rossetti – in questo periodo e in questa fase per la nostra nuova società collaborare con chi opera con i bambini da numerosissimi anni, ecco la scelta di rivolgerci alla cooperativa “ Goccia “ e alla parrocchia di Ca’ Tiepolo. Sia Silvia Boscolo per i primi che Don Jacopo per i secondi si sono dimostrati disponibilissimi, grazie a loro – continua Rossetti parteciperemo alle iniziative “ Vivi la tua passione “ ed “ Estate ragazzi 2016.Alessandro Rossetti (1)

Lavoreremo insieme per tutta l’estate”. Anche Salmi è entusiasta dell’iniziativa, “ Ci siamo rivolti alle due organizzazioni – dice il dirigente – più importanti nel comune, una a livello sociale ed una a livello religioso, i bambini coinvolti sono centinaia e la professionalità di entrambe le istituzioni è fuori dubbio, nostro obiettivo è quello di far conoscere il basket e la nostra nuova società per proiettare i futuri programmi sportivi di settembre, io darò una mano – continua Salmi – ma sarà Rossetti la vera anima tecnica dell’iniziativa, con Goccia saremo presenti il martedì ed il giovedì presso il Centro Sportivo, in parrocchia tutti i giorni nella mattinata, in entrambi i casi i ragazzi coprono la fascia di età dai sei ai tredici anni”. “Questo è solo il primo passo – chiude Rossetti – senz’altro impegnativo, siamo comunque sicuri che darà i frutti sperati e ci permetterà di raggiungere l’obiettivo che ci siamo dati come Basket Porto Tolle, e cioè quello di riportare i bambini in palestra per una sana competizione sportiva e rivalutazione del tempo libero”.

Gilberto Greguoldo



Articoli correlati