Home » Baseball B

Rovigo torna con un pareggio

Contro gli Yankees il Bsc Rovigo vince gara due e perde gara uno
6 giugno 2016 Stampa articolo

AgostinelloBaseball S.C. Rovigo 1        0        0        0        1        1        0        1        0 = 4

Yankees Bsc                 0       1        1        0        0        0        2        5        X = 9

Baseball S.C. Rovigo  3        3        4        0        1        0        1        0        0 = 12

Yankees Bsc                 0        0        4        1        0        0        1        2        0 =8

Arbitri  Sebastian Iacono e Maurizio Rosano
SAN GIOVANNI in PERSECETO (Bologna) –  Dopo la vittoria di domenica scorsa contro il Longbridge A Bologna, i rossoblu sono tornati in terra felsinea per  per un’altra trasferta, questa volta però, contro gli Yankees di San Giovanni in Persiceto. Era il primo incontro del girone di ritorno che soddisfa tutto sommato i rodigini che portano a casa una vittoria (12 a 8) e una sconfitta per 9 a 4 in gara 1.
La partita è iniziata bene per i ragazzi di coach Reinoso che vanno subito a segno con il punto di Novello, spinto a casa dalla valida del trascinatore Schibuola. Il vantaggio però, si vanifica al secondo inning dove i padroni di casa trovano il pareggio e il sorpasso. I rodigini non mollano, e al quinto inning arriva il punto del 2-2 con Emanuel, che chiude a 2 su 4 in attacco, dopo le valide di Agostinello e Tonolo. Gli ospiti ci credono e al sesto inning sorpassano gli Yankees di un punto realizzato da Ferrari su valida di Vigato. Partita tesa ed equilibrata che non trova una squadra dominatrice. Le cose cambiano all’ottavo inning dove i padroni di casa, non volendo perdere davanti al proprio pubblico, chiudono la partita con cinque punti lasciando l’attacco rodigino segnare solamente un punto peraltro ininfluente.
I lanciatori rodigini Ferrari, sostituito successivamente da Pietrogrande, hanno fatto del loro meglio ma le buone qualità dell’avversario in fase di attacco e la non continuità della difesa rossoblu hanno fatto si che gli Yankees chiudessero il primo match sul punteggio di 9-4.
Coach Reinoso ed Hernandez, insieme alla squadra, tornano in campo per gara 2 con una mentalità diversa, con la grinta che avrebbero dovuto avere anche in gara 1. I rodigini iniziano la seconda partita a mille. Infatti aprono le danze con tre punti realizzati da Novello. Ferrari e Schibuola spinti a casa base dalla valida di Vigato. Sul monte di lancio parte il veterano Rondina ricevuto dal cadetto Agostinello che insieme lasciano l’attacco avversario a zero. Secondo inning uguale, tre punti a favore del Rovigo grazie alle valide di Tonolo, base ball di Novello e il tutto condito dallo strano fuoricampo di rimbalzo di Schibuola. I rossoblu non si fermano, vogliono chiudere la partita e dopo la valida di Marini e Novello e alcuni errori difensivi, entrano altri quattro punti per il Rovigo che incomincia a rilassarsi troppo lasciando entrare altrettanti punti per gli avversari. Partita scoppiettante che dopo sole tre riprese vede il punteggio di 10-4 con gli Yankees con non ci stanno, infatti al quarto inning i padroni di casa trovano un altro punto. I successivi tre inning si tranquillizzano un po’ ma i punti e le valide non mancano. Le valide di Ferrari e Schibuola e Frigato fanno entrare due punti da aggiungere ai dieci del Rovigo mentre il lanciatore Rondina incomincia a sentire la stanchezza e lascia entrare un altro punto. Ottavo inning vede un cambio nella difesa rossoblu, con Magro che sale sul monte che fa un buon gioco senza l’aiuto della difesa che con qualche errore, da la possibilità agli avversari di ridurre lo svantaggio, mettendo a referto altri due punti. L’ultimo inning però i rodigini chiudono il match e si portano a casa una vittoria. Punteggio finale 12-8 per il Rovigo. “abbiamo giocato bene – ha commentato Reinoso -, ma facciamo ancora troppi errori difensivi. Cerchiamo di migliorare giorno per giorno ma facciamo molta fatica. Stiamo migliorando in attacco, troviamo il contatto con la pallina, più facilmente ma senza la difesa faremo senz’altro più fatica”.

C.S.



Articoli correlati