Home » MOTORI

Salita, rally, ed ora anche slalom per Mancin

Il pilota di Rivà torna al volante della pluridecorata Peugeot 205 Rallye gruppo A in occasione dello Slalom Città di Este per i colori della scuderia patavina Mach 3 Sport.
5 luglio 2016 Stampa articolo

MancinIn un 2016 vissuto su partecipazioni spot a Michele Mancin torna la voglia di sperimentare e, dopo essersi egregiamente destreggiato tra salita e rally, si presenterà il prossimo fine settimana alla quarta edizione dello Slalom dei Colli Euganei, Città di Este.

L’evento sapientemente organizzato da Hornet Corse, a calendario per il weekend tra il 9 ed il 10 di Luglio, potrà fregiarsi quest’anno della validità per la massima serie tricolore di specialità nonché riconfermare quella per il campionato FIA Central European Zone.

Una tipologia di competizione che si avvicina maggiormente alle cronoscalate, abitualmente frequentate dal pilota di Rivà, che ha visto nello speciale trofeo dedicato alla Peugeot 205 Rallye, promosso da Giulio Rubini, un’occasione ghiotta per rispolverare la compagna di tante avventure.

 

“Visto l’anno sabbatico abbiamo accettato con molto entusiasmo l’invito di Giulio Rubini” – racconta Mancin – “che ha deciso di organizzare, nell’ambito dello Slalom Città di Este, un trofeo dedicato alla Peugeot 205 Rallye. Era da Marzo del 2015 che non tornavo alla guida della mia peugeottina e sono davvero curioso di cimentarmi in questa nuova disciplina che, probabilmente, è l’unica che non ho ancora mai assaggiato assieme alle gare in pista. Diciamo che, in linea di massima, si richiama molto lo stile della cronoscalata anche se le medie orarie sono nettamente più basse per via delle porte. La vettura, piccola ed agile, si presta molto a queste competizioni quindi, oltre le classiche incognite della vigilia, contiamo di ben figurare visto che si tratta, in buona sostanza, di una gara di casa per la mia scuderia, la Mach 3 Sport”.

 

Confermato il tracciato anche per questa quarta edizione con i concorrenti che scatteranno a fianco delle mura di Este per salire, lungo i tre chilometri di sviluppo, verso Calaone, ripercorrendo parte di una prova speciale dell’indimenticata storia rallistica patavina.

Una manche di prova per prendere le giuste misure al percorso farà da antipasto alle tre tornate nelle quali la vera e propria sfida contro il cronometro dovrà trovare il giusto equilibrio con la precisione tra le varie porte.

La prima edizione del Trofeo Peugeot, nella quale il portacolori di Mach 3 Sport punta al successo, comprenderà tutte le vetture moderne in configurazione gruppo A e N e, nel caso di vetture storiche, anche le J2.

Per Mancin, reduce da una Verzegnis che lo ha visto costretto al ritiro dopo mille vicissitudini, lo Slalom dei Colli Euganei si presenta come una pronta occasione di riscatto con la sorte.

 

“Il percorso, sebbene sia corto, non è da sottovalutare” – aggiunge Mancin – “perché qui non fa classifica solo la velocità pura ma anche la precisione nel passare indenni tra le varie porte. Non vediamo l’ora che arrivi questo fine settimana perché siamo in crisi di astinenza a livello di adrenalina da competizione e ci teniamo ad ottenere il migliore risultato possibile”.

C.S.



Articoli correlati