Home » Corsa, PATTINAGGIO

Diamanti e Arzenton frecce d’argento

9 luglio 2016 Stampa articolo

Giovanni_Arzenton

Doppio raggio d’argento per lo Skating Club Rovigo nella seconda giornata del Campionato italiano di pattinaggio corta su pista.

Nel pattinodromo di Scaltenigo sono saliti sul secondo gradino di podio la conferma del magnifico Mattia Diamanti e la sorpresa dell’imperioso Giovanni Arzenton, entrambi nella  gara dei 500 sprint dimostrando carattere e un altissimo livello di preparazione sotto la cura del tecnico Roberto Ponzetti con il supporto di Lorenzo Cassioli

Ha aperto le danze proprio il 17enne rodigino che con notevole carattere ha superato qualificazione, quarti di finale e semifinale di una gara molto veloce ed emozionante che vede impegnati quattro atleti in pista. Nella finalissima per il titolo italiano Juniores Giovanni Arzenton ha provato con tutte le sue forze a

Diamanti

L’arrivo della gara di Diamanti

vincere l’oro, attaccando e sfoderando grinta e determinazione ma ha dovuto inchinarsi al siracusano Vincenzo Maiorca (43″974) conquistando l’argento con 44″231 battendo in spaccata il veneziano Daniele Pellizzon (44″248) con quarto il teramano Lorenzo Cirilli. Un secondo posto che ha scatenato entusiasmo ed emozione nella formazione rodigina che ha avvolto Giovanni Arzenton in un caloroso abbraccio. «Sono proprio contento – ha commentato il 17enne – ho disputato una gara super dando tutto quanto avevo in corpo. È una medaglia d’argento di grande valore». Tra l’altro, Arzenton era giunto quinto nei 300 a cronometro.

Giovanni_Arzenton

Giovanni Arzenton

Appena il tempo di domare l’entusiasmo per Arzenton che è sceso in pista sopraelevata Mattia Diamanti nella categoria Seniores forte del secondo posto conquistato nei 300 a cronometro e di prestazioni convincenti nei turni di qualificazione. La finale è stata un po’ a senso unico perchè il marchigiano Andrea Angeletti è partito subito a mille inseguito da Mattia Diamanti tallonato da Danny Sargoni (Pollenza) e Brian Geronazzo (Noale). 500 metri in apnea ad altissima velocità con Angeletti primo (41″993), Diamanti secondo (42″168), Sargoni terzo (42″232) e Geronazzo quarto ( 43″178) per una medaglia d’argento preziosissima vinta dall’alfiere dello Skating Club Rovigo abbracciato da tecnici, compagni e dirigenti all’uscita dalla pista. «Sono stati entrambi fantastici – ha commentato il l’allenatrice Roberta Ponzetti – hanno dato tutto dimostrando di essere due bravissimi atleti».

Mattia_Diamanti

Mattia Diamanti

Nella stessa gara di Diamanti ha gareggiato Nicolò Greguoldo che nei quarti di finale ha pagato la propria esuberanza finendo squalificando quando aveva la qualificazione in tasca e così ha concluso con un 14esimo posto che lascia molto l’amaro in bocca.
Se per Arzenton quello vinto a Scaltenigo è stato il primo argento stagionale ai Campionati italiani quello conquistato da Diamanti è stato il terzo: nella quattro gare dei velocisti tra strada e pista è giunto per ben tre volte secondo (300 a cronometro e nelle due 500 sprint) e quarto nei 100 in corsia a Terni segnando il miglior tempo assoluto. Insomma, il capitano rodigino ha dimostrato di essere il più regolare e continuo tra tutti i velocisti italiani.
Il bilancio tricolore 2016 dello Skating Club Rovigo è di quattro medaglie d’argento (3 Diamani e 1 Visentin) e una di bronzo (Luppi), molto, molto soddisfacente.

no images were found

C.S.



Articoli correlati