Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley vince al tie break con Monselice

22 ottobre 2017 Stampa articolo

Tmb Monselice-Alva Inox Delta Volley 2-3

25-22, 23-25, 23-25, 25-22, 7-15

Durata parziali: 24′, 29′, 30′, 29′, 14′

Tmb Monselice: Drago 18, Gallotta 15, De Grandis 11, Garghella 8, Matteazzi 4, De Santi e Lucconi 2, Govoni e Pometto 1, Palma, Compagnin e Moretto 0; liberi: Bernuzzi e Targa. Coach: Paolo Marchesin.

Alva Inox Delta Volley: Dordei 23, Cuda 22, Masiero 14, Perini 12, Luisetto 10, Di Pietro 2, Bosetti 1, Pavan e Gallo 0, Lamprecht e Trolese NE; liberi: Fusaro e Fregnan. Coach: Mario Di Pietro.

Battute punto/errori: Monselice 4/10, Delta 6/18; Ricezione: Monselice 69%, Delta 78%; Attacco: Monselice 33%, Delta 47%; Muri Punto: Monselice 13, Delta 10.

MONSELICE – Sofferta ma importantissima vittoria dell’Alva Inox Delta Volley. Nella seconda giornata del campionato di Serie B Maschile, la banda di Mario Di Pietro espugna 2-3 il campo della temibile Tmb Monselice dopo due ore di battaglia vissute all’insegna di adrenalina ed emozioni.

Confermato in blocco lo schieramento di Porto Viro che vede Bosetti in regia e Perini opposto, Masiero e Luisetto al centro, schiacciatori Cuda e Dordei, primo libero Fusaro. Senza particolari sorprese anche la formazione scelta da Paolo Marchesin, tecnico di Monselice: Govoni-Drago in diagonale, centrali De Grandis e Matteazzi, in banda Gallotta e Garghella, libero Bernuzzi.

Prime fasi di gioco dominate dai muri di entrambe le compagini. Dopo le scaramucce iniziali, Monselice si prende un break di vantaggio grazie all’ace di De Grandis (17-15). Il Delta Volley trova la parità grazie al muro del neo-entrato Andrea Di Pietro (18-18), quindi Drago si carica i suoi sulle spalle e fa 21-19. Il mani-out di Dordei (23-22) è l’ultimo morso degli ospiti nel set inaugurale: 25-22, 1-0 Monselice. Secondo set, ancora in salita la strada dell’Alva Inox che trova il primo vantaggio sul 9-10 firmato Luisetto. Il “rigore” di Masiero vale il 10-12, ma la doppietta di Drago (ace del 13-13 e attacco del 14-13) rimette i padroni di casa al comando. Al termine di uno scambio infinito, contro-sorpasso di Porto Viro grazie a Cuda (16-17). Arriva anche un rosso a Govoni per proteste ed è 16-18. De Grandis rimedia con il muro del 19-19, Andrea Di Pietro (sempre da subentrato) pesca la battuta vincente del 20-22, la stessa distanza con cui si concluderà la frazione: punto esclamativo di Cuda, 23-25, 1-1. Alva Inox in crescita esponenziale nel terzo set. Cuda protagonista del primo allungo ospite (6-8 e 7-10), seguono il gran muro di Luisetto (9-13), l’attacco vincente di Masiero (11-16) e la super pipe di Dordei (11-17). Monselice è in evidente apnea, ma trova ossigeno dalla panchina con gli ingressi dei vari Pometto, Lucconi e De Santi. Incredibile, squadre appaiate a quota 20, Perini tira fuori dai guai gli ospiti (21-23), poi il palcoscenico è tutto di Dordei, che sigla il 22-24 e il 23-25 finale: 1-2 Porto Viro. Il quarto parziale si apre con una caterva di errori del Delta, Monselice ne approfitta per prendere un po’ di margine (8-5). Dordei e Cuda raddrizzano la rotta (8-8 e 9-10), i nerofucsia, però, restano troppo fallosi e per di più si fanno prendere dal nervosismo (14-11, rosso a Dordei). Drago continua a scaraventare a terra punti pesantissimi (19-15 e 21-16), rendendo vano il tentativo di rimonta del Delta, che pure riesce ad annullare quattro palle set (da 24-18 a 24-22). Alla quinta Drago non sbaglia: 25-22, 2-2. Si va al tie-break e basta poco per capire che gli ospiti hanno le carte migliori in mano, La coppia d’assi Cuda-Dordei si diverte a scambiarsi i ruoli: ace di Cuda e mani-out di Dordei per l’1-4; ace di Dordei e palla vagante risolta da Cuda per il 4-10. Ormai si aspetta solo il colpo del ko, ed è Perini (a muro) a piazzarlo: 7-15, 2-3 Alva Inox.

Soddisfatto del risultato coach Mario Di Pietro, tecnico del Delta Volley: “Quello di Monselice è sempre un campo ostico, per cui ritengo che questi siano due punti guadagnati. Siamo stati più fallosi del solito al servizio ed in altri fondamentali, mentre Monselice ha sbagliato pochissimo, come ci aspettavamo. Alla fine, però, siamo riusciti a prevalere, e ciò soprattutto grazie al carattere che la squadra ha dimostrato ancora una volta di avere”.

C.S.



Articoli correlati


Scrivi un commento!