Home » Adriese 1906, CALCIO

Adriese dai due volti soccombe a Legnago

1 novembre 2017 Stampa articolo

calcioLEGNAGO SALUS – USD ADRIESE 1906    2-1 

ADRIESE: Motti, Anostini, Dall’Ara, Boscolo, Ballarin (dal 30′ st Rosati), Chin (dal 25′ st Arvia) Martino, Pagan, Santi, Marangon, Pregnolato . A disposizione: Milan, Berti, Greggio, Bovolenta, Roncon, Nordio, Bellemo . Allenatore: Gianluca Mattiazzi.

LEGNAGO: Cairola, Dabo, Talin, Gulinatti, Parrino, Guarco, El Qorichy, Crestani (dal 1′ st Kouame), Peinado (dal 32′ st Barone), Marchetti (dal 35′ st Matei), Zanetti (dal 20′ st Torri).  A disposizione: Chiper, Rizzi, Cardamone, Maiese, Moro. Allenatore: Massimo Mattiazzo.

Arbitro: Marco Paletta di Lodi, assistente 1: Calefati di Saronno, assistente 2: Barcella di Bergamo.

Marcatore: al 1′ pt e 25′ st Peinado, al 6′ pt Santi.

Note: Cielo sereno, giornata primaverile, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 500 circa con larga rappresentanza tifosi adriesi, angoli 5-3 per il Legnago, recupero 1° t 0’.   – 2° t. 4 ’. Ammonizioni: Guarco e Kouame per il Legnago; Boscolo e Rosati per l’Adriese. Espulso Parrino (Legnago) al 43′ del st per proteste.

LEGNAGO  – Adriese dai due volti quella vista oggi a Legnago. Un primo tempo da incorniciare con una prestazione globale da categoria superiore nonostante lo svantaggio subito nel primo minuto di gioco ad opera di Peinado che sorpendeva la retroguardia granata apparsa leggermente appannata. Ma cinque minuti passano e Marangon mette sulla testa di Santi il gol del pareggio. Da questo momento i padroni di casa sono allo sbando e l’Adriese domina in lungo ed in largo con azioni pregevoli condite dagli applausi anche dei tifosi locali. Ci si mette di mezzo anche la sfortuna quando Marangon colpisce a botta sicura, la palla va sul palo interno alla sinistra dell’ormai battuto Cairola e viaggia lungo la linea di porta senza entrare in rete. Il raddoppio granata è nell’aria, le occasioni si susseguono in continuità sino al fischio arbitrale che indica il riposo. Si riparte con i ragazzi di mister Mattiazzi sempre alla ricerca del gol, Marangon ci prova ancora due volte al 1′ e al 5′ minuto, ma la porta legnaghese è stregata. Poi, improvvisamente, l’Adriese sembra sciogliersi come neve al sole: una bordata di Marchetti esce a fil di palo, Talin lasciato solo in area viene bloccato da Motti in disperata uscita, ma un minuto più tardi Peinado trova la doppietta personale che mette nei guai i granata. Mattiazzi inserisce Arvia al posto di Chin e poi toglie un difensore (Ballarin) ed inserisce Rosati, ma la situazione rimane sempre ingarbugliata sino a quando il sig. Paletta di Lodi concede al 43′, tra le proteste dei locali (che restano in dieci per l’espulsione di Parrino), il rigore per il pari all’Adriese. Sul dischetto ci va Santi che, nella giornata a lui dedicata, spara direttamente sulla traversa il pallone che mette i titoli di coda ad una partita che si poteva già decidere nel primo tempo, ma che invece ha visto il rovescio della medaglia con il Legnago che porta a casa i tre punti in palio. Domenica arriva al Bettinazzi il Belluno che oggi ha messo sotto la Clodiense con 6 reti a 2. Con la Virtus Vecomp (22) perdente tra le mura amiche ad opera del Tamai (13), Arzignano e Campodarsego si avvicinano a due lunghezze (20) mentre i granata scivolano in sesta posizione (17) alle spalle di Este e Belluno (19).

Gianluca Levi



Articoli correlati