Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox tre punti sudati, battuta la Silvolley

5 novembre 2017 Stampa articolo

volleyALVA INOX DELTA VOLLEY-  SILVOLLEY 3-1

Tre punti e secondo posto in tasca. Nonostante la partenza in salita, può festeggiare l’Alva Inox Delta Volley, vittorioso per 3-1 su Silvolley Trebaseleghe nella quarta giornata del campionato di Serie B Maschile. Assorbito il colpo del primo set perso, i nerofucsia sono stati abili a riprendere in mano le redini dell’incontro nei tre parziali successivi, centrando così il loro quarto successo consecutivo.

Starting players del Delta Volley: Bosetti alzatore e Perini opposto, centrali Masiero e LuisettoCuda e Dordei schiacciatori, Fusaro primo libero. Matteo Pilotto, tecnico di Silvolley, risponde con De MarchiDurigon in diagonale, centrali Antonello e Barban, in banda Monetti e Quarti, libero Daldello. Arbitrano l’incontro i signori Marco Gambarotto di Paese e Lucio Antonaci di Oderzo.

Squadre vicine in apertura, con Porto Viro particolarmente fallosa al servizio. Primo break ospite con Durigon (7-9), una distanza minima che gli ospiti – trascinati dallo stesso Durigon e Monetti – riescono a tenere fino al traguardo, complice la prestazione opaca dei padroni di casa: 23-250-1 Silvolley. Secondo parziale, le due compagini sono ancora appiccicate. Il Delta Volley non riesce a fare la differenza con muro e difesa, ci vogliono tre errori ospiti per creare il primo gap (12-9). È comunque l’iniezione di fiducia necessaria ai nerofucsia, che si scrollano la polvere di dosso (sugli scudi LuisettoDordei e Cuda con quattro punti a testa) e viaggiano in (quasi) relax verso il traguardo. Nel finale c’è gloria per Andrea Di Pietro, a segno su palla vagante (24-19) e poi a muro: 25-191-1. Tezo set, subito Periniprotagonista: attacco-muro-attacco per il 3-1Bosetti e Masiero affinano l’intesa al centro (5-36-4 e 7-5), quindi i due si spartiscono la scena in solitaria: Masiero in battuta (8-5 e 9-5) e Bosetti a muro (10-5). Sul 12-6 coach Pivotto ha già esaurito i tempi, segno che qualcosa si è inceppato per Silvolley. E difatti l’Alva Inox dilaga fino al clamoroso 22-9 (show di Perini in battuta). Dopo tanta grazia, giusto un po’ di “braccino” per i padroni di casa (23-18), ci pensa Cuda a scacciare i fantasmi: 25-192-1, Quarta frazione, Perini il più determinante nell’8-4 iniziale (time Silvolley). Si scatena il ciclone Dordei (pipe del 9-4, ace dell’11-4 13-4). Trebaseleghe tenta la disperata rimonta con Quarti (12-8 e 14-8), rosso a Dordei ed è 14-9, ma Cuda con tre ace di fila (17-11, 18-11 e 19-11) e la pipe del 20-11 richiude la porta a chiave. Sembra fatta, invece Silvolley ha ancora voglia di rovinare la festa: 20-16 sul turno in battuta di Quarti. Arriva un (controverso) secondo rosso per il Delta (23-20), Perininon si lascia impressionare e scaraventa a terra il 24-20. Errore in attacco di Trebaseleghe ed è festa Alva Inox: 25-203-1.

Questo il commento a fine gara di Mario Di Pietro, tecnico dell’Alva Inox: “Silvolley ha giocato un ottimo primo set, rischiando in battuta e in attacco. Noi siamo migliorati man mano che la partita è andata avanti e portiamo a casa tre punti fondamentali, ma mi dispiace per il troppo nervosismo che dimostriamo anche in situazioni di punteggio ‘tranquille’. Dobbiamo essere più sereni e consapevoli delle nostre capacità”.

C.S.



Articoli correlati