Home » CONI

“Campione in classe”

Venerdì mattina al teatro Ballarin di Lendinara. gli studenti affrontano il tema della disabilità con tre ospiti d’eccezione
15 novembre 2017 Stampa articolo

coniIl Coni Point di Rovigo torna in classe. E come sempre al suo fianco in cattedra sale anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo grazie al rodato bando “Sportivamente”. Ma questa volta non si tratta solo delle consolidate lezioni di educazione motoria, che proprio in questi giorni stanno caratterizzando la seconda parte del progetto. A catalizzare l’attenzione di tutto il mondo scolastico e sportivo polesano è un grande evento in programma venerdì 17 novembre a Lendinara. Il Teatro Ballarin dalle 10.30 ospiterà l’incontro “Campione in classe” dedicato a tutti i ragazzi delle scuole medie dell’Istituto comprensivo locale e ad alcune classi delle primarie. Un momento di confronto per riflettere sul delicato tema della disabilità, proposto in collaborazione con il Comune di Lendinara e il Comitato Paralimpico Italiano.

Da quest’anno il ramo del bando “Sportivamente” dedicato alla scuola ha affiancato agli interventi di implementazione dell’attività motoria anche l’organizzazione di incontri in grado stimolare le nuove generazioni sui valori e principi dello sport, grazie alla presenza di testimonial di primo piano. L’evento di venerdì fa seguito all’incontro “Sport da sballo” organizzato la scorsa primavera da Coni Point di Rovigo e Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo all’istituto alberghiero “Cipriani” di Adria, che ebbe come relatori il nuotatore paralimpico Francesco Bettella e il direttore del Ser.D di Rovigo Marcello Mazzo.

A stimolarle i circa 350 studenti che affolleranno venerdì il Teatro Ballarin saranno altri tre ospiti d’eccezione. Porteranno la loro testimonianza Nadia Bala, campionessa della Nazionale azzurra di sitting volley, Nicolò Toscano, atleta della nazionale di rugby in carrozzina, ed Elena Lago, ex campionessa del mondo di pattinaggio artistico.  Ospiti di primordine che, partendo dalle relative esperienze personali, cercheranno di far capire ai ragazzi l’importanza del sacrificio e dell’impegno per conseguire risultati importanti, ma soprattutto metteranno in luce il fondamentale ruolo che lo sport può avere nel mondo della disabilità.

 

 

 

 

C.S.



Articoli correlati