Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox vittoria e primato

19 novembre 2017 Stampa articolo

volleyInox Delta Volley – Gori Wines Prata 3-1

La vittoria che Porto Viro sognava, la vittoria che vale il primato in classifica. L’Alva Inox Delta Volley batte 3-1 la Gori Wines Prata nel big match della sesta giornata del campionato di Serie B Maschile. In un Palasport incendiato dal calore delle due tifoserie, la squadra di Mario Di Pietro s’impone grazie al cuore e ai colpi dei suoi campioni, al termine di una partita tiratissima in ognuno dei quattro parziali di gioco.

LA PARTITA
La formazione iniziale del Delta Volley: Bosetti alzatore e Perini opposto, centrali Masiero e Luisetto, Cuda e Dordei schiacciatori, Fusaro primo libero. Il tecnico di Silvolley Luciano Sturam schiera Calderan-Della Corte in diagonale, centrali Tassan e Rampin, attaccanti da posto quattro Radin e Saraceni, libero Giocnhetti. Arbitrano l’incontro i signori Riccardo Grasselli di Vicenza e Filippo D’Amico di Messina

Squadre incollate in avvio, la prima sbavatura è di Prata che consegna con un errore due punti di vantaggio al Delta (7-5, time out Sturam). Rimedia Della Corte (7-6 e 7-7), quindi ace di Radin (7-8) e muro di Tassan (7-9, time Di Pietro). Ringhia Masiero (primo tempo dell’8-10), arriva anche l’ace di Perini (9-10) a riavvicinare le contendenti, poi è lo stesso Masiero ad impaccchettare il pareggio a muro (12-12). Dordei spara due mine al servizio (14-12), attacco vincente di Cuda ed è (15-12). Ora si viaggia sui due-tre punti di distanza, un margine troppo ridotto per permettersi errori, peccato capitale che l’Alva Inox compie lasciandosi agganciare e superare da Prata (20-21), che prende altro slancio dall’ace di Della Corte (20-22). Dordei e Perini (altro ace) acciuffano la parità (23-23). Masiero annulla la prima palla set ospite (24-24), Cuda (25-24) e Dordei (26-25) ne conquistano due per Porto Viro, la seconda viene trasformata in oro dal super-muro di Bosetti: 27-25, 1-0 Delta Volley. Ancora vicine le contendenti in apertura di seconda frazione, stavolta ci sono più errori che cose belle nel conto. Solito ace di Dordei a scaldare la contesa (11-9), Bosetti si inventa un tocco sporco su una palla che sembrava persa e costringe Prata al time out (12-9). Parità a quota 13 dopo due attacchi out di Porto Viro, Della Corte fa 15-14: time anche per coach Mario Di Pietro. Dordei, cadendo all’indietro, s’inventa il punto del nuovo sorpasso (17-16), Tassan gli risponde con due muri pesantissimi (18-19 e 18-20). Finale sul filo del rasoio in ogni caso (sul 20-21 dentro Trolese per Luisetto), anche perché Cuda chiude il gap con la doppietta che vale il 22-22, prima di conquistare anche la prima palla set con un ace spettacolare (24-23). Siamo di nuovo ai vantaggi, entrambe le squadre provano la zampata decisiva,il colpaccio riesce a Prata questa volta: 29-31, 1-1. Terzo set, Delta subito avanti 2-0 con Dordei (ace) e Perini. Un mini-break di vantaggio che la squadra di casa custodisce parsimoniosamente, trascinata da un ottimo Perini, perlomeno fino all’11-11 firmato da Tassan (in campo Norbedo per Rampin tra gli ospiti). Ancora Tassan per il sorpasso ospite (12-13, time Di Pietro), ace di Radin a rimpinguare il bottino (13-15). Perini, sempre lui, trova il pareggio (17-17). Doppio errore offensivo di Prata, il Delta torna al comando di due lunghezze (20-18, secondo time Sturam), che diventano tre grazie all’ace di Cuda (21-18). L’ultima passerella è tutta per Dordei: attacco vincente del 24-21 e ace del 25-21, 2-1 Delta. Quarta frazione e, neanche a dirlo, grande equilibrio in campo (bene Cuda e Perini tra i padroni di casa). Primo strappo di Prata sul turno in battuta di Saraceni (11-13), l’Alva Inox impatta sul 15-15 e scavalca con il murone di Dordei (16-15). Della Corte fa (muro del 18-19) e disfa (attacco out del 20-19). Ennesimo punto a punto, ennesimo duello ai vantaggi, ennesima meraviglia di Dordei: mani-out del 25-24, ace del 26-24, 3-1 Delta Volley.show.

Queste le considerazioni di Mario Di Pietro, tecnico dell’Alva Inox: “È stata una partita fantastica, giocata benissimo da entrambe le squadre e sempre tiratissima. Noi venivamo da una settimana di allenamenti a singhiozzo, con tanti giocatori che avevano dei problemi fisici, ma alla fine la differenza l’ha fatta il nostro cuore”.

C.S.



Articoli correlati