Home » BASKET, maschile

San Martino ritrova il sorriso

14 dicembre 2017 Stampa articolo

basketArmistizio Padova – Basket San Martino 40 – 63

Armistizio Padova: Gennaro 14, Trevisan 9, Zambon, Salvò, Gomez, Verganesi 12, Baldo 1, Lavezzo 4, Rossato. Allenatore: Marco Frison.

Basket San Martino: Campanari 12, Terzulli, Rocchi 7, Zago 4, Barbierato, Chiarion 6, Borgato 2, Grande 3, Brigo S., Brigo A. 23, Davin, Bortoloni 6. Allenatore: Gianmaria Baratella.

Arbitri: Francesco garbo di Albignasego e Alberto Matterazzo di Sant’Angelo di Piove di Sacco.

Parziali: 4-12, 12-14, 17-19, 7-18.

basket

Gianni Terzulli

PADOVA – Ritorno alla vittoria per il Basket San Martino che espugnando il campo dell’Armistizio Padova saluta nel migliore dei modi l’ultimo match in maglia neo-oro di Feridio Borgato che lascia la squadra per motivi di lavoro dopo aver dato un gran contributo fin dalla scorsa stagione.

Il San Martino rispetto alle ultime partite ripresenta il play Gianni Terzulli tornato a disposizione di coach Gianmaria Baratella dopo l’infortunio

Dopo i tre stop consecutivi i nero-oro polesani scendono sul campo dell’Armistizio fortemente convinto a interrompere la striscia negativa e questo lo si capisce fin dalle prime battute quando la squadra parte subito alla grande mettendo in difficoltà l’Armistizio.

Così la pattuglia di coach Baratella guadagna subito un buon vantaggio che gli fa chiudere i primi 10’ di gioco sul +8 con lo score che segna 4-12.

Partita mai in discussione col San Martino che gestisce con una certa serenità andando al riposo in vantaggio per 26-16.

Quando si ritorna in campo la musica non cambia. Terzulli guida bene i propri compagni e Alessandro Brigo è sempre un ottimo cecchino. Inoltre dimostra di avere la mano particolarmente caldo anche Davide Campanari anche lui in doppia cifra.

L’ultimo quarto parte con la forbice che si è ulteriormente allargata a favore del San Martino che prosegue col proprio gioco fino a raggiungere la forbice finale di +23 vincendo per 63-20 che dimostra quanto sia stata la differenza dei lavori espressa in campo.

Miglior modo per salutare Feridio Borgato non c’era per il Basket San Martino che alla fine è stato festeggiato da tutti.

C.S.



Articoli correlati