Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox: ultima gara del 2017!

Voglia di chiudere imbattuta
15 dicembre 2017 Stampa articolo

volleyUltima gara del 2017. Il primato e l’imbattibilità stagionale da difendere, ma anche la voglia di chiudere l’anno in bellezza davanti al proprio pubblico, mai così caloroso come nelle ultime settimane, anche grazie alla presenza degli ultras del Calcio Porto Viro, ormai “gemellati” con il Delta Volley. Non sarà, però, una passeggiata per l’Alva Inox di Mario Di Pietro: domenica 17 dicembre (ore 18) al Palasport di Porto Viro arriva la Pallavolo Motta, quinta forza del girone C di Serie B Maschile.

Squadra di difficile lettura quella trevigiana, capace di grandi imprese (si vedano gli ultimi successi esterni per 1-3 sui campi di Valsugana e Monselice), come di inattese frenate (più che il 3-0 subito in casa di Prata, spicca l’1-3 incassato da Massanzago, così come le sofferte vittorie al tie-break contro Conselve e Trieste). Una cosa è certa, però: i biancoverdi di coach Marco Zingaro vivono oggi il loro miglior momento della stagione. Tre vittorie consecutive, di cui una in casa (nell’ultimo turno, 3-0 nel derby con Treviso) e due fuori, i già citati exploit in terra patavina.

È il segno che, dopo un balbettante avvio di campionato, Motta ha trovato la quadratura del cerchio. I nomi del roster, del resto, sono di tutto rispetto. Su tutti, citiamo quello dello schiacciatore Nicola Amorico. Non solo per il valore assoluto del giocatore, ma anche perché il rapporto di amicizia che lo lega ad Alessandro Dordei, laterale dell’Alva Inox che ci racconta questo pre-partita molto particolare: “Sì, io e Nicola siamo molto amici, per cui sarà bello sfidarlo domenica, misurarci su alcuni colpi – afferma Dordei –. Lui è un ottimo giocatore, una delle migliori bande in circolazione oggi in Serie B, ma non dimentichiamoci che tutta la rosa di Motta è di valore, ci sono anche alcuni elementi con esperienza di Serie A, per cui bisognerà stare molto attenti. Contro Padova, ancora una volta, abbiamo aspettato di essere attaccati per attaccare. È come se ci servisse sempre uno schiaffo per svegliarci, ma con un avversario come Motta non possiamo assolutamente permetterci un errore del genere: se regaliamo il primo set, poi rischiamo di perdere dei punti, perciò dobbiamo arrivare carichi alla partita, essere subito aggressivi. Come ho vissuto le ultime settimane? Certamente è stato un periodo molto difficile per me – prosegue Dordei –, sono riuscito a superarlo grazie al sostegno dei miei compagni di squadra e della società, ma anche attraverso il campo e gli allenamenti, che sono sempre la medicina migliore”.

C.S.



Articoli correlati