Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: vittoria di cuore e carattere

17 dicembre 2017 Stampa articolo

volleyAlva Inox Delta Volley – Pallavolo Motta 3-2

PORTO VIRO – È festa grande, comunque. Decima vittoria consecutiva per l’Alva Inox Delta Volley che nell’ultima gara del 2017 supera 3-2 la Pallavolo Motta e si conferma in vetta al girone C di Serie B Maschile. Partita difficile, tiratissima. I ragazzi di Mario Di Pietro vanno sotto 0-1, ribaltano il punteggio, ma alla fine si fanno trascinare al tie-break da un avversario davvero indomabile. Il tie-break è un altro capitolo per cuori forti, Porto Viro lo porta a casa grazie al carattere e alla voglia. Troppo importante il primato in classifica, troppo importante restare imbattuti, troppo importante chiudere l’anno con un’altra vittoria. 

LA PARTITA
Delta Volley che conferma in blocco lo starting dell’ultimo match in casa di Padova: Bosetti alzatore e Perini opposto, centrali Masiero e LuisettoCuda e Dordei schiacciatori, Fusaro libero uno. Il tecnico di Motta Marco Zingaro schiera Visentin-Bettin in diagonale, Persoglia ed Esposito al centro, Amorico e Ntotila attaccanti da posto quattro, primo libero Fabbian. Arbitrano l’incontro i signori Federico Giudica di Padova e Daniela Imbevaro di Rubano.

Difese protagoniste e squadre appiccicate in avvio di gara. Il turno in battuta di Persoglia regala il primo allungo agli ospiti (8-12, time Di Pietro). Muro di Masiero per il 10-13, ace di Dordei per l’11-13, altro muro di Masiero (12-13) e stavolta il time out è di Motta. Non serve, Dordei mette giù il secondo ace della sua serata: 13-13. Gli ospiti ricominciano a macinare e guidati da Amorico si prendono quattro punti di margine (13-17, poi 15-19). Ruggito dell’Alva Inox con Cuda (16-19) e Luisetto (17-19). C’è da sudare, Ntotila spara out e accende la fiammella nerofuscia (21-22), poi si fa perdonare con la pipe del 22-24Persoglia sbaglia il servizio successivo (23-24, time Zingaro), Andrea Di Pietro – appena subentrato a Bosetti – stampa il muro del 24-24. Motta, però, riesce a costruirsi altre due palle set e alla seconda passa: 25-270-1. Delta Volley con un break di vantaggio in apertura di seconda frazione (2-0), Esposito e Ntotila confezionano subito la parità (3-3). Nuovo strappo nerofucsia con Dordei (5-3), ace sporco di Luisetto per l’8-5, muro di Dordei e siamo 10-6. Si mette in mostra anche Perini, prima con uno splendido pallonetto (13-8),poi con una parallela devastante (15-8, nel frattempo Squarzoni rileva Bettin tra le fila ospiti). Porto Viro ha ancora benzina nel motore: 18-10 con l’ace di Cuda, altro show di Perini per il 21-12 e 22-12. Sembra fatta, invece c’è da aspettare ancora, perché Motta sul turno in battuta di Visentin annulla palle set su palle set. Una liberazione, dunque, l’ultimo attacco di Cuda25-191-1. Terzo set, Dordei lancia i padroni di casa a fionda (4-1, time Motta). Cuda e lo stesso Dordei rimpinguano il bottino (8-4), ma Ntotila e Persoglia (ace) accorciano (10-8). Distanza a lungo congelata tra i due-tre punti, a rompere il ghiaccio un muro mostruoso di Perini (22-18, time Zingaro).

Due errori in attacco dell’Alva Inox e gli ospiti sono di nuovo a meno due (22-20). Niente panico, però, ci pensa super Dordei24-21 e 25-222-1 Delta. Quarta frazione, Motta la comincia con Fantuz e Squarzoni al posto di Esposito e Bettin. Una scelta che sembra dare subito i suoi frutti (4-6, ace Amorico), anche se i padroni di casa non ci mettono molto a ribaltare il punteggio grazie a Dordei e Perini (8-7). Amorico torna sugli scudi (9-10 e 9-11), anche Ntotila ci mette lo zampino (9-13). Doppietta in attacco di Cuda (12-14), Amorico risponde per le rime (12-16), Cuda non si tira indietro dal duello: due ace galattici (14-16 e 15-16), quindi un bolide da seconda linea (16-16). Altro graffio di Amorico (ace del 16-18), muro di Visentin (17-20) e muro di Ntotila (17-21). Momento delicatissimo per il Delta, che – nonostante la grande prova di Cuda – non riesce a invertire la tendenza: 21-252-2, si va al quinto. Tie-break, una guerra di nervi. L’Alva Inox prende subito il largo e va al cambio campo sull’8-3 (due muri di Masiero). Motta ringhia, recuperando tutto lo svantaggio sul turno in battuta di Amorico (8-8). Visentin firma il sorpasso su palla vagante (8-9). Masiero inchioda a terra il 10 pariLuisetto chiude uno scambio da brividi per il 12-11, poi si ripete con il murone del 13-11Cuda scaraventa giù il 14-12, Motta sbaglia l’attacco successivo: 15-123-2 Delta Volley.

Il commento di Mario Di Pietro, tecnico dell’Alva Inox: “È una vittoria fondamentale perché ci permette di mantenere la vetta della classifica. Motta ha fatto una grandissima partita, mentre noi non ci siamo espressi al nostro meglio, ma alla fine il risultato era più importante di tutto. Ben venga la sosta ora, che ci permetterà di lavorare sul gioco e soprattutto di recuperare delle energie fisiche, visto che siamo arrivati a questo match abbastanza stanchi”.

C.S.



Articoli correlati