Home » serie B2, VOLLEY

Fruvit inciampa con Montecchio

21 gennaio 2018 Stampa articolo

volleyVolley S.Vitale – G.S. Fruvit Rovigo 3-1

(25-20, 25-13, 18-25, 25-18)

S.Vitale: Ramingo (6), De Carli (9), Bolletta (4), Zanguio (8), Cunico (9), Meggiolaro (4), Borriero (7), De Toffoli (10), Leonardi (3), Dani, Odje, Parolin (L1), Ensabella (L2). Allenatore Cannarella. Vice Allenatore: Copiello

Fruvit: Coltro (3), Ferrari (1), Ghiotti (9), Berasi (2), Toffanin (4), Battistella (10), Giardini (5), Ferroni (2), Bolognesi (13),  Fyda, Negrato (L). Allenatore: Breviglieri. Vice Allenatore: Albini.

MONTECCHIO MAGGIORE (Vicenza)- Brutta batosta quella subita dal G.S. Fruvit in terra vicentina, priva di Casprini, ferma per infortunio alla spalla, (dovrà stare ferma per più di un mese), la formazione di Breviglieri, non ha saputo controbattere agli attacchi del S.Vitale.

Breviglieri schiera: Ferrari, Ferroni, Bolognesi, Battistella, Ghiotti, Toffanin, Negrato libero.

Partenza punto a punto, 8-6, Montecchio mantiene sempre un po’ di vantaggio, e allunga sul 13-9, Fruvit non tiene la ricezione, fatica molto in attacco, sempre a inseguire, 16-13. Le padrone di casa ne approfittano, e si portano sul 20-15. Le rodigine tentano una reazione e si portano a meno tre, 20-17, ma non sono costanti, gli errori in difesa compromettono il set definitivamente.

Nel secondo parziale solo una formazione ha giocato, S.Vitale ha di fronte una squadra che non reagisce, non facendo nulla di eclatante, si trova a condurre il set per 14-7, con la battuta metteva in difficoltà la ricezione Fruvit e senza grandi sforzi si porta sul 2-0.

Nel terzo set Breviglieri schiera Berasi, Giardini, Ghiotti, Coltro,Battistella, Bolognesi, Negrato.

Inizio punto a punto, 5-4, si intravede una reazione rodigina, , 7-11, le padrone di casa sbagliano molto più di Fruvit, “Non abbiamo tantissimi meriti sul set vinto, se non altro quello di essere stati meno fallosi rispetto agli altri” commenterà Breviglieri a fine gara.

Stesso sestetto nel quarto set, i pochi tifosi al seguito della formazione rodigina, sperano nel riscatto, ma dopo pochi minuti di gioco del quarto set vengono disillusi, 8-5, 13-7, senza mai impensierire le avversarie. Dopo un time out chiesto da Breviglieri, le cose sembrano prendere un’altra direzione, Fruvit ha un break positivo molto buono, riesce a portarsi sul 14-13. Per la squadra che fino ad ora sembrava in partita, di colpo le cose non vengono più, “si spegne la luce”, arrivano gli errori banali, e San Vitale ne approfitta, riuscendo a evitare un pericoloso tie break, guadagnando tre punti preziosissimi.

“Non ha funzionato quasi niente, troppi errori gratuiti, è il commento di Breviglieri.

Già siamo senza una giocatrice per noi importante, poi chi entra in campo e dovrebbe dare qual cosina di più, non riesce, diventa molto complicato giocare bene.

 La nostra squadra è troppo dipendente da battuta e ricezione, con muro e difesa di più non riusciamo a fare, stasera il nostro avversario ha attaccato con un 24%, di cui il 14% con efficienza, che statisticamente vuol dire che non è stato un grande attacco.

Nonostante questo noi non siamo stati in grado di impensierire minimamente la loro difesa, se attacchi peggio, la partita la perdi, aggiungi la marea di errori che abbiamo commesso, e il risultato è lampante.

La nostra ricezione ha pregiudicato tutta la nostra impostazione di gioco, quando non ricevi bene non sai cosa fare, e questo è quello che ci è successo stasera.

Abbiamo subito 6 muri dal loro giocatore centrale su palla alta nostra, allora c’è proprio qualcosa che non va. Ne avevamo già parlato qualche partita fa, ma non è servito.

Vista l’assenza di Casprini, mi aspettavo qualcosa di più da Bolognesi e Ferroni in attacco.

Non sono arrabbiato, sono preoccupato, perché è chiaro che si è “rotto” qualcosa, e ancora fatico ad individuarne il motivo, ormai sono parecchie le cose che non funzionano.

Proverò a parlarne con la squadra, perché veniamo da tre partite brutte, anche se con lo Spakka abbiamo preso i tre punti, e non ci spetta un bel periodo se le condizioni non cambiano.

Eravamo già in difficoltà anche con Casprini, ora la sua assenza non può essere un alibi. Comincio a guardare dietro di noi, ci sono solo dieci punti a separarci dalla zona rossa della classifica, con un girone di ritorno ancora tutto da giocare.

Ora se perdi un paio di partite, rischi di ritrovarti invischiato nel limbo della parte bassa della  classifica, io sono fiducioso, ma sono anche realista, le nostre condizioni, ora, sono queste, dobbiamo fare qualcosa per cambiarle, e ci vorrà tempo.”

Il campionato ora farà una sosta, Fruvit riparte i 3 febbraio a Rovigo, ore 21 contro il Costa Volpino (Bg), che inflisse la prima sconfitta alle rodigine per 3-1.

C.S.



Articoli correlati