Home » C1, RUGBY

Rugby Villadose piega Pordenone

28 gennaio 2018 Stampa articolo

rugbyFulvia Tour Rugby Villadose-Pordenone Rugby 15-7

MARCATORI: pt 20’ m. Moro; 35’ m. tecnica Villadose; st 13’ m. Pordenone tr. Nocente; 20’ p. M. Pellegrini.

FULVIA TOUR RUGBY VILLADOSE: Piombo; Pinato, Pravato, E. Pellegrini, Pasello; M. Pellegrini, Zamana; Pavanello, Moro, Greggio Masin; E. Brizzante, Bressello; Tenan, Sponton, Galasso. Subentrati: Rinaldo, Borsetto, Ritrovato, Melarato. A disp.: Silvestrin, Bertasi, Mattana. All. F. Brizzante.

PORDENONE RUGBY: Giuriato; Sordini, De Ziller, Orsaria, Biagianti; Nocente, Bressan; Alberti, Fiorentino, Tommasini; Rossi, Simonato; Pancino, Pessa, Zaninotto. Subentrati: Bravin, Puppo, Padovese, Tamburrini, Rossi, Tonello, Biscontin. All. Cantiello.

ARBITRO: Faggionato di Vicenza.

NOTE: pt 12-0; spettatori 300 circa; cartellino rosso a: Greggio Masin (pt 5’); cartellino giallo a: Tommasini (pt 33’), Pravato (pt 38’), Tenan (st 10’), Orsaria (st 26’); punti in classifica: Fulvia Tour Rugby Villadose 4, Pordenone Rugby 0.Vittoria dell’orgoglio e di cuore per il Fulvia Tour Rugby Villadose che alla prima uscita casalinga della seconda fase si impone 15-7 sul Pordenone.

VILLADOSE – Gara in salita da subito per i neroverdi che perdono dopo cinque minuti Greggio Masin, espulso dall’arbitro per proteste.

Nonostante l’uomo in meno, il Dose si stringe e conquista l’intera posta in palio, resistendo a provocazioni e attacchi friulani.

I primi a poter segnare sono gli ospiti, ma Nocente sbaglia un calcio piazzato da circa 25 metri e allora a marcare è il Fulvia Tour con Moro che schiaccia dopo driving maul.

I conti in campo si pareggiano con il primo dei quattro cartellini gialli comminati da Faggionato al 33’ e il Dose si avvicina alla linea di meta nuovamente, anzi la passa ancora ma la palla viene tenuta alta.

È solo il preludio della seconda marcatura con mischia avanzante che provoca il crollo bianconero e la conseguente meta tecnica.rugby

Sul finale mandato in panca puniti anche Pravato per un placcaggio giudicato pericoloso.

Ripresa ancora molto equilibrata e ruvida.

Tenan prende il terzo cartellino e stavolta è il Pordenone ad approfittarne in carrettino.

A metà tempo Massimiliano Pellegrini piazza verso i pali e sigla lo score definitivo.

“Forse potevamo concretizzare di più, specialmente nel primo tempo – commenta l’allenatore Flaviano Brizzante -, ma siamo comunque contenti dell’ottima prova di carattere. Avevo chiesto ai ragazzi una reazione dopo la sconfitta di Trieste e sono stato accontentato. Lo stesso presidente Adriano Zamana era soddisfatto di come la squadra ha saputo rialzarsi. Abbiamo ottenuto ciò che volevamo e non credo si possa dire che abbiamo rubato nulla. Subito dalla prima mischia, così come avevo detto ai miei giocatori, abbiamo fatto capire che tipo di impostazione volevamo dare al match e abbiamo fatto una grande battaglia davanti”.

C.S.



Articoli correlati


Scrivi un commento!