Home » ATLETICA

Lei corre già con i migliori d’Italia

Il talentuoso velocista di Confindustria Atletica Rovigo centra una storica finale nei 60 metri ai Campionati italiani indoor Allievi. Nella gara di Ancona abbassa il personale a 7”15
13 febbraio 2018 Stampa articolo

atleticaANCONA – Non finisce più di stupire Ling Wei “Davide” Lei. Il nuovo miglioramento del 16enne velocista di Confindustria Atletica Rovigo arriva niente meno che ai Campionati italiani Allievi indoor, ospitati lo scorso weekend al Palaindoor di Ancona. Cogliendo il nuovo primato personale, il talento nerarancio sabato è riuscito nell’impresa di centrare la finale nazionale nei 60 metri piani, chiudendo con un ottavo posto assoluto che lo consacra tra i più promettenti sprinter del panorama italiano.

Un risultato storico per Confindustria Atletica Rovigo e per tutto il movimento polesano. Mai un atleta rodigino della categoria Allievi era riuscito a conquistare una corsia nella gara che assegna il titolo italiano dei 60 metri indoor. La condotta di gara di Lei è stata degna degli atleti più navigati, ma non va dimenticato che il giovane rodigino, nato in Cina ma da 10 anni in Italia, si è avvicinato all’atletica solo da un paio di mesi. Il 7”21 corso in batteria è stato il 13esimo tempo di tutte le serie del mattino, che hanno presentato al via i migliori 50 velocisti della categoria a livello nazionale. In semifinale l’exploit di giornata: un 7”15 che è valso il nuovo primato personale e, soprattutto, l’accesso alla finalissima del pomeriggio. Un ultimo sprint nel quale Lei ha forse pagato un po’ la stanchezza (tre gare in poco più di 5 ore), confermandosi comunque vicinissimo ai primi con un tempo di 7”22 che è valso l’ottava piazza. Per la cronaca il titolo italiano è andato ad Abdou Mourou Guene (Atletica Vicentina) col crono di 6”89.

“Riuscire a centrare il proprio personale nella semifinale dei Campionati italiani non è cosa da poco – commenta soddisfatto Paolo Negrini, tecnico di Confindustria Atletica Rovigo che sta seguendo la crescita del velocista classe 2001 – Nessuno pensava potesse essere in grado di centrare subito una finale nazionale, io compreso. Ma non perché abbia dubbi sulle sue doti naturali, semplicemente perché non era giusto caricarlo subito di pressione con la richiesta di tempi e piazzamenti. In questa fase gli obiettivi che ci siamo posti sono soprattutto tecnici”. I risultati però sono arrivati e sono di quelli che fanno sognare in grande. “Indubbiamente il trend è in costante miglioramento. C’è ancora tanto lavoro da fare, però Davide nonostante la poca esperienza ha già dato dimostrazione si saper anche reggere la pressione di un grande appuntamento”, spiega Negrini.

Di Davide Lei non si è accorta solo l’atletica rodigina. Sul talento nerarancio si sono inevitabilmente puntati gli occhi di tutti i principali addetti ai lavori. E come conseguenza logica delle ultime prestazioni è arrivata anche la convocazione nella selezione regionale: giovedì Lei sarà a Padova con i migliori atleti veneti della sua categoria per preparare i principali appuntamenti internazionali che nel corso della stagione porteranno la rappresentativa veneta a confrontarsi anche con altri Paesi europei.atletica

Non finisce qui. Come previsto, il futuro metterà alla prova il promettente atleta di Confindustria Atletica Rovigo anche su altre specialità. “La sua stagione indoor finisce qui – spiega Negrini – Da ora in avanti inizieremo a lavorare sui 100 e 200 metri. Ma proveremo di sicuro anche il salto in lungo”.

C.S.



Articoli correlati