Home » VOLLEY

Luca Pregnolato Ds Fruvit

23 febbraio 2018 Stampa articolo

volleyROVIGO – Dopo le dimissioni per motivi personali di Donata Cova, “storico” Direttore sportivo della Fruvit e già collaboratrice di Pietro Pantaleoni, l’indimenticabile coach della Fruvit, scomparso nello scorso agosto, il Direttivo della Società di Pallavolo femminile Fruvit ASD ha nominato un nuovo Direttore Sportivo. Si tratta di Luca Pregnolato, 42 anni di Porto Viro (Contarina) anche se da quasi quindici anni adriese di adozione,
Pregnolato, Pregno per tutti, oltre a trascorsi di giocatore fino a disputare la serie D con il Delta Volley Porto Viro e la scorsa stagione con la Pallavolo Occhiobello, è Tecnico Federale di Pallavolo da oltre dieci anni ed attualmente in forza al Crg Villadose nel settore maschile e al Gs Volpe nell’under 12 mista. Per la Federazione Italiana Pallavolo Comitato Territoriale di Rovigo, ricopre il ruolo di Commissario Beach volley nonché il ruolo di selezionatore ed allenatore delle rappresentative Beach volley.

Per Pregnolato, in effetti, si tratta di un “ritorno” alla Fruvit.  Già inserito da parecchi anni nel mondo volley territoriale e all’interno della società Fruvit, è stato per oltre dieci anni alla Fruvit passando prima dalla tifoseria ai tempi della B1, poi al ruolo di assistant coach nella “rinascita” dalla serie D all C e per finire poi nel ricoprire il ruolo di Manager, lavorando spalla spalla con Pietro Pantaleoni e con tutto il direttivo della Fruvit, dalla serie C con la promozione in serie B2 (attuale) e per le tre stagioni successive.
Svincolatosi a metà gennaio dal ruolo di Manager in Project Star Volley, “appena diffusa la notizia del mio svincolo – ha dichiarato Pregnolato – ho ricevuto diverse chiamate e messaggi con richiesta di collaborazione da parte di Presidenti e dirigenti delle maggiori realtà del territorio” le parole di Pregnolato, che prosegue: “il primo messaggio è stato di Donata (Cova ex Ds Fruvit) e per me è stato come un segnale, visto che Pietro mi aveva già chiesto di tornare a maggio 2017. Non ci ho pensato due volte, diciamo che ho scelto con il cuore” e conclude: ” ho già avuto il primo contatto con Carlo (Bonazzi) e Paolo (Avezzù) e con tutto il direttivo e posso dire solo: si c’è del lavoro da fare, ma lo spirito di unione e sacrificio che qui ha sempre regnato farà la differenza”

Il nuovo direttore sportivo sarà al lavoro fin da subito per far proseguire al meglio il Fruvit nello sprint finale di questa stagione sportiva dove è ancora in corsa per grandi risultati sportivi, ma soprattutto nella programmazione della stagione 2018/2019 e successive dall’attività di mini volley alla prima squadra.

C.S.



Articoli correlati