Home » A2, Calcio a 5, Femminile

Granzette piega Fano

27 febbraio 2018 Stampa articolo

calcio5° giornata ritorno– Girone A

Flaminia Fano – Granzette 3-5

FANO – È un Granzette solido e con tanto lavoro sulle gambe quello che domenica è riuscito a strappare tre punti alla prima in classifica Flaminia vincendo 5-3.  Nella formazione marchigiana grande assente Mencaccini per una squalifica da scontare, nelle fila nero arancio invece Andreasi ha un piccolo problema muscolare quindi mister Bassi non può sfruttarla come vorrebbe.

Pronti via e con un perfetto schema su rimessa laterale le padrone di casa passano in vantaggio con Berti che, sola davanti a Celii, non sbaglia.

Il gol non demoralizza però le rodigine che arrivano due volte consecutive con Longato davanti a Faccani: l’estremo difensore conferma le oggettive doti in uscita e nega in entrambi i casi la possibilità del pareggio alla numero 9 ospite.

Al 12’ Sinigaglia recupera un buon pallone e scarica sulla banda sinistra per Longato, il pivot neroarancio salta la diretta avversaria in velocità e quando tutti si aspettano il passaggio al centro per Paolucci, puntuale sul secondo palo, il bomber lascia partire un tiro che si infila alle spalle di Faccani siglando così l’1-1.

Le padrone di casa giocano bene e con tocchi veloci creano parecchie insidie alla difesa del Granzette, ma dove non arriva la squadra arrivano i singoli a chiudere tutte le offensive marchigiane.

A due minuti dall’intervallo però le ragazze del Flaminia trovano il gol del vantaggio grazie ad una bella azione corale che termina con un rimpallo fortunoso sul secondo palo e che porta alla rete del 2-1, vantaggio fino a quel momento meritato per le occasioni create ed il gioco.

Il numeroso pubblico si aspetta una ripresa simile alla prima frazione di gara, ossia con il Flaminia che, forte dei suoi 38 punti in classifica assolutamente meritati, tiene in mano il pallino del gioco ed il Granzette che difende e riparte in contropiede; invece è tutta un’altra gara quella del secondo tempo.

Le ragazze della Marzana iniziano subito forte, gli errori difensivi del primo tempo sono stati corretti ed il Flaminia fatica a trovare spazi, al contrario è proprio il Granzette a trovarne e dopo appena 3’ Andreasi recupera una palla sulla banda destra, scarica a Longato che con stop e tiro di punta prende il tempo a tutte le avversarie servendo perfettamente Paolucci che devia e mette in rete la palla del pareggio.

Il 2-2 carica il pubblico neroarancio, numeroso anche in quel di Fano, ed anche le atlete in campo, tant’è che al 12’ Costa ruba in zona centrale, scarica a Longato che gliela ridà in banda, il portiere esce ma Costa è bravissima ad alzare la palla ed insaccare alle spalle di Faccani siglando il 3-1. 

Il Granzette sa di doverne approfittare ed alza il ritmo, chiude ogni linea di passaggio e proprio grazie ad una perfetta chiusura difensiva Piccinardi recupera palla e si invola verso la porta avversaria accompagnata da Longato per un classico 2vs1 accademico: il duo neroarancio non sbaglia ed è 4-2.

Le ospiti provano a rialzare la testa e riprendere in mano la partita ma 30’’ dopo l’arbitro vede un fallo in area su Piccinardi e fischia un rigore forse generoso: Longato va sul dischetto e non sbaglia, 5-2.

Il Flaminia mette subito il portiere di movimento e alla seconda azione trova il gol, complice una deviazione involontaria: 5-3 e gli animi si scaldano.

Le marchigiane usano il quinto uomo molto bene, spostano la palla da banda a banda creando qualche problema alle rodigine le quali però, guidate da ultimo da una perfetta Andreasi, chiudono su ogni pericolo. 

Ad un minuto dalla fine l’arbitro pareggia i conti assegnando un rigore (anche questo generoso) alle padrone di casa per fallo di mano di Andreasi: Celii intuisce la banda e di spaccata respinge, la palla arriva ad una avversaria ma Paolucci anticipa e mette in angolo.

Il Granzette resiste fino alla fine e porta così a casa tre punti pesantissimi per la classifica, tre punti che fanno morale e che dovrebbero far capire cosa serve per poter vincere le partite.

Ora è tempo di archiviare la vittoria e di concentrarsi sul prossimo avversario, a Rovigo domenica 4 marzo arriveranno le sarde della Torres C5, attualmente quinte in classifica.

C.S.



Articoli correlati


Scrivi un commento!