Home » Adriese 1906, CALCIO, Serie D

Solito Marangon e l’Adriese vola a quota 42 !!!

4 marzo 2018 Stampa articolo

calcioMONTEBELLUNA – USD ADRIESE 1906    0-1 

MONTEBELLUNA: Milan, Fabbian, Bagarolo, Diop, Perosin, Cosner, Dal Dosso, Nchama, Veratti, De Vido, Sartori. A disposizione: Farina, Russo, Zago, Basso, Tronchin, Pettina’, Figallo, Spagnol, Barbon. Allenatore: Matteo Zulian.

ADRIESE: Motti, Boscolo Bisto, Martino, Boscolo Berto, Ballarin, Pagan, Rosati, Busetto, Santi, Marangon, Pregnolato . A disposizione: Milan, Binetti, Chin, Anostini, Mancin. Allenatore: Gianluca Mattiazzi.

Arbitro: Alessio Angiolari di Ostia Lido, assistenti: Cordani di Piacenza e Tambone di Bologna.

Marcatore: al 16′ pt Marangon.

Note: Sole, temperatura mite, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 200 circa con larga rappresentanza adriese. Recupero: 1° t 3′ + 2° t 6′. 

MONTEBELLUNA – Lo aveva detto mister Mattiazzi che sarebbe stata una gara durissima, ma aveva anche pronosticato che la conquista dei tre punti era d’obbligo. E così è stato: un primo tempo quasi sul velluto, un secondo tempo di sofferenza quando l’arbitro, il signor Angiolari di Ostia, estraeva il cartellino rosso per Nicola Boscolo reo di una entrata “un po’ troppo robusta” su un avversario. Ma anche in dieci i granata non hanno mai perso la calma e la difesa, guidata dalla coriacea coppia Ballarin/Berto Boscolo, ha retto le folate offensive dei padroni di casa. Ma andiamo con ordine: all’8′ del primo tempo Pregnolato si fa irretire dal bravo estremo difensore trevigiano Milan quando il gol del vantaggio sembrava cosa fatta. L’Adriese spinge sull’acceleratore e al 16′ perviene al meritato vantaggio con una delle solite “perle” di Jack Marangon, il funambolo granata salta in dribbling la difesa biancoazzurra portiere compreso e sigla l’1-0 del vantaggio che poi sarà anche il risultato finale. La prima fase di gioco si conclude con l’Adriese che amministra con facilità i tentativi offensivi del Montebelluna. Si parte per il secondo tempo e dopo un quarto d’ora i granata perdono Boscolo Bisto Nicola per “rosso diretto”. Entra Dall’Ara per Rosati e va a fare la fascia difensiva, poi mister Mattiazzi dà respiro a Pagan e Marangon inserendo Bellemo e Tescaro, poco prima Incatasciato aveva sostituito Pregnolato. La difesa regge e Santi si “mangia” al 41′ il gol del KO sparando su Milan in disperata uscita. Tre sono i minuti di recupero con i padroni di casa che tentano l’ultimo assalto alla porta difesa da Motti. Fischio finale e sesto posto in classifica consolidato a quota 42, a due punti dalla zona play-off (il Mantova fermo a 44 deve recuperare domenica 11 a Motta di Livenza), con la “salvezza tranquilla” conquistata a otto giornate dal termine.

Gianluca Levi



Articoli correlati


Scrivi un commento!