Home » Adriese 1906, CALCIO, Serie D

Il fango del Bettinazzi condanna l’Adriese ad una immeritata sconfitta

18 marzo 2018 Stampa articolo

calcioUSD ADRIESE 1906 – LEGNAGO SALUS  0-1 

ADRIESE: Motti, Anostini , Martino (dal 32’ st Tescaro), Boscolo , Ballarin, Pagan ,Rosati (dal 20’ st Dall’Ara), Busetto, Santi, Marangon , Incatasciato (dal 47’ st Tafuro). A disposizione: Milan, Binetti, Chin, Bellemo, Biston, Bovolenta. Allenatore: Gianluca Mattiazzi.

LEGNAGO: Cuoco, Dabo, Pasquino, Marin, Parrino, Talin, Matei (dal 13’ st Zanetti), Gulinatti, Peinado, Taylor (dal 27’ st Torri), Vita (dal 33’ st Rizzo).  A disposizione: Cairola, Mangiapia, Fogagnolo, Maise, Avanvini, Marchetti. Allenatore: Manuel Spinale.

Arbitro: Ilaria Bianchini di Terni, assistente 1: Tortolo di Basso Friuli, assistente 2 : Dellasanta di Trieste .

Marcatori: 29’ st Peinado.

Note: Pioggia battente e terreno di gioco al limite della praticabilità, spettatori 150 circa, ammoniti: Ballarin per l’Adriese, Cuoco,Taylor e Marin per il Legnago. Calci d’angolo: 9 -3 per l’Adriese. Recupero 1° t. 2’.   – 2° t. 4’.

ADRIA – 

Legnago corsaro ad Adria. Pioggia e fango hanno penalizzato la compagine della “triade” Scantamburlo-Longato-Mattiazzi. In un Bettinazzi al limite della praticabilità i granata hanno dominato la gara e nell’unica azione d’attacco degli ospiti hanno subito una sconfitta amarissima. Le occasioni da rete durante la prima fase di gioco, quando il fondo erboso permetteva un minimo di triangolazioni tecniche per i piedi delicati di Rosati e Marangon, sono state più d’una a partire dalla girata di Santi al 7’ con la palla che usciva di un niente a portiere ospite già battuto. All’11’ un fendente sinistro di Marangon sfiorava l’incrocio dei pali, per non dire della bordata di piede destro da fuori area al 41’ di Santi fermata dalla traversa. Un minuto dopo ci prova ancora Marangon ma Cuoco salva in angolo. Poi nel primo minuto di recupero dei due concessi dalla signora Ilaria Bianchini, Martino fa tutto da solo partendo dalla metà campo granata ma il suo destro è di poco sopra la traversa. Si va all’intervallo con la speranza che la pioggia rallenti la sua forza, ma così non è si procede nella seconda parte di gioco in mezzo a fango che non concede spazio alle manovre dell’Adriese, batti e ribatti a centrocampo, nove calci d’angolo a favore dei granata con batti e ribatti davanti alla porta degli ospiti che si salvano fortunosamente. Poi al 29’ la doccia fredda per i tifosi adriesi: nell’unica azione di ripartenza il Legnago trova la rete del vantaggio con Motti che sfiora il pallone in tuffo nel fango, arriva Peinado che in scivolata mette dentro il gol della “beffa” e porta a casa i tre punti per salire a quota 35 ed allontanarsi così dalla mischia per i play out. In tema play-off il Mantova perde ad Arzignano e rimane sempre a 47con più 5 sull’Adriese che viene scavalcata di due punti dal Feltre (vittoria casalinga 2-1 con il Delta Porto Tolle) ora in quinta posizione a 44. Este fa 0-0 casalingo con la Liventina e sale a quota 48. Sette gare al termine e ancora tutto è da decidere. Peccato questa sconfitta casalinga per un’Adriese che ha dimostrato di lottare per conseguire un altro risultato positivo certamente meritato. Domenica prossima trasferta a Belluno che insegue a 41 dopo la vittoria in quel di Chioggia.

Gianluca Levi



Articoli correlati