Home » Adriese 1906, CALCIO, Serie D

Adriese sprecona si ferma sul pari a Belluno

Nei minuti di recupero l’arbitro non concede un rigore ai granata ed espelle Mattiazzi per proteste.
25 marzo 2018 Stampa articolo

calcio

ITAL LENTI BELLUNO – USD ADRIESE 1906    1-1 

ADRIESE: Motti, Anostini, Busetto, Boscolo Berto, Dall’Ara, Pagan, Martino, Bellemo, Santi, Marangon, Incatasciato . A disposizione: Milan, Binetti, Tafuro, Mancin, Biston. Allenatore: Gianluca Mattiazzi.

BELLUNO: Colonna, Petdji, Dosso, Fracaro, Zanella, Sommacal, Miniati, Bertagno, Corbanese, Piazza, Rocco. A disposizione: Vencato, Mosca, Tabacchi, Franchetto, Masoch, Santer, Salvadego, Sciancalepore. Allenatore: Michele Baldi.

Arbitro: Raimondo Boriello di Arezzo, assistenti: Scifo di Trento e Consonni di Treviglio.

Marcatore: al 27′ pt Boscolo Berto, al 41′ pt Rocco.

Note: Sole, temperatura mite, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 200 circa con larga rappresentanza adriese. Recupero: 1° t 1′ + 2° t 6′.  Espulso al 47′ st allenatore Adriese Mattiazzi.

BELLUNO – Al “Polisportivo” di Belluno va in scena la sfida tra due pretendenti alla “Zona play-off”.

Il risultato finale non è favorevole a nessuna delle contendenti in quanto l’Este, che viaggia in quinta posizione a quota 49, a sei gare dal termine vanta sei punti di vantaggio sui granata e sette sui bellunesi. Tutto può accadere, ma il distacco si è fatto importante. Ai pronti “via” è l’Adriese che prende il controllo del gioco e le occasioni per andare in vantaggio si susseguono con rapidità. Ma il gol granata arriva solo al 27′ con una bordata da fuori area di Boscolo Berto. Poi Marangon e Santi hanno l’occasione per chiudere la gara, ma sono poco lucidi sottoporta. E il Belluno ci punisce: al 42′ Rocco controlla bene al limite dall’area e si gira con rapidità infilando nell’angolino alto un sinistro imprendibile per l’incolpevole Lapo Motti.

Intervallo. Tutto fa sperare nell’assalto granata per portare a casa tre importantissimi punti, ma la partita ristagna a centrocampo con un Belluno più volitivo ma inconcludente in fase offensiva. Mattiazzi cambia la spinta sulle fasce ed inserisce Tescaro per Martino e Pregnolato per Incatasciato, prova anche la mossa Rosati per Santi, ma le occasioni da rete faticano ad arrivare. Poi nei minuti di recupero la gara si infiamma: prima Marangon serve Rosati per il tap-in vincente ma l’attaccante granata arriva in ritardo sulla palla. Al secondo minuto di recupero l’episodio che poteva decidere il match: un difensore bellunese tocca con mano il pallone a centro area, tutta la panchina dell’Adriese protesta, il primo assistente chiama l’arbitro sig. Borriello di Arezzo, non per indicare il fallo da rigore ma per far espellere mister Mattiazzi. Poi entra Chin per un esausto Bellemo, ma arriva anche il triplice fischio finale.

Gianluca Levi



Articoli correlati