Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: dominio assoluto a Trieste

26 marzo 2018 Stampa articolo

volleySloga Tabor Televita Trieste-Alva Inox Delta Volley 0-3 (21-25, 15-25, 13-25)

Battute punto/errori: Trieste 3/9, Delta 8/11; Ricezione: Trieste 61%, Delta 76%; Attacco: Trieste 43%, Delta 58%; Muri punto: Trieste 3, Delta 11.

Sloga Tabor Televita Trieste: Umek 10, Cettolo 9, Kante 7, Rimbaldo 4, Antoni 3, Princi e D’Orlando 1, Vettovaz 0, Bolognesi, Ivanovic e Iaccarino NE; liberi: Cavdek e Agnello. Coach: Gregor Jeroncic.

Alva Inox Delta Volley: Dordei 15, Perini e Cuda 11, Masiero 9, Luisetto 8, De Angeli 1, Osellame, Lamprecht, Gallo e Di Pietro 0, Pavan e Trolese NE; liberi: Fusaro e Fregnan. Coach: Mario Di Pietro.

TRIESTE – Tre punti ottimi per la classifica (il Delta resta primo in virtù del maggior numero di vittorie) e per il morale, con l’attesissimo appuntamento della Final Four di Coppa Italia ormai alle porte.

Una sola novità nello scacchiere di Porto Viro, con il rientro di Dordei dal primo minuto. Completano la formazione nerofucsia De Angeli al palleggio e Perini opposto, Masiero e Luisetto centrali, Cuda schiacciatore, Fusaro primo libero. Gregor Jeroncic, tecnico di Trieste, si affida alla diagonale Princi-Rimbaldo, al centro Kante-Antoni, in posto quattro Umek-Cettolo, primo libero Cavdek.

Piede subito pigiato sull’acceleratore per l’Alva Inox (3-8 e 10-16 i primi parziali), perfettamente a suo agio nell’ostica tana di Monrupino. Trieste colleziona molti errori, ma riesce a rifarsi sotto in prossimità del traguardo (20-24). Provvidenziale il time chiamato da coach Di Pietro che sveglia i suoi dal torpore: 21-25 firmato da Cuda, 0-1 Delta Volley. Altra partenza lanciata degli ospiti nel secondo set (4-10 con Perini protagonista). Sul 5-16 di metà frazione è già evidente che non ci sia partita. Entrano Osellame per De Angeli e Lamprecht per Cuda, le note di cronaca si esauriscono qui: 15-25, 0-2. Meno cattiva e concentrata la capolista in avvio di terzo set, squadre appaiate sul 7-7. Dordei prende per mano i nerofucsia, siglando – tra l’altro – i due ace consecutivi che valgono il 12-20. La monotonia dell’ennesima fuga solitaria di Porto Viro è interrotta solo dai cambi: Fregnan ad alternarsi con Fusaro in seconda linea, Gallo al posto di Dordei, Di Pietro per De Angeli. Cala il sipario su una gara senza storia: 13-25, 0-3 Delta Volley.

Il commento di Mario Di Pietro, tecnico dell’Alva Inox: “Bella vittoria su un campo che spesso ha creato problemi alle squadre ospiti, noi invece siamo stati bravi a rimanere concentrati. Abbiamo murato bene e la nostra battuta ha creato parecchi problemi alla ricezione dello Sloga. Inoltre, l’intesa tra palleggiatori e attaccanti migliora di partita in partita. Sono soddisfatto della prestazione in vista della partita di Coppa Italia di venerdì”.

C.S.



Articoli correlati


Scrivi un commento!