Home » A2, Calcio a 5, Femminile

Manita del Granzette all’Audace Verona

27 marzo 2018 Stampa articolo

calcio8° giornata ritorno– Girone A

GRANZETTE – Audace Verona 5-0

 

ROVIGO – Dopo la precedente giornata di campionato, il Granzette va alla ricerca dei tre punti. Le ospiti di giornata sono le avversarie dell’Audace Verona, decisamente meglio piazzate in classifica rispetto al Granzette, ma il divario di punti che separa le due squadre, è molto ridotto.
Partono subito alla carica le rodigine, che già nei primi minuti del primo tempo, si portano in vantaggio con un goal su punizione di Longato. Le squadre continuano a studiarsi a vicenda, senza far mancare comunque le occasioni. Durante un contropiede infatti, il Granzette sfiora il goal, con un passaggio di Longato per Andreasi che restituisce palla sul secondo palo: il passaggio è però troppo profondo. Ma il raddoppio rodigino non si fa attendere troppo: poco dopo infatti, da un assist dal fondo, arriva il goal di Paolucci che con un potente tiro piazzato ad incrociare, spolvera il sette. 2-0 Granzette. Nei successivi dieci minuti l’Audace tenta di riprendere in mano le redini del gioco. Prima del time out chiamato dal Granzette infatti, l’Audace prova a trovare il goal, prima con un calcio d’angolo battuto sul primo palo che Omietti controlla, poi con un lancio lungo e rispettiva sponda per Marcazzan, che spedisce di poco a lato. Prima del duplice fischio c’è tempo per un altro paio di azioni. Prima l’Audace si rende pericoloso con un passaggio filtrante sul secondo palo, che la numero 3 non riesce ad indirizzare verso la porta; poi Iaich, lanciata da Longato, si allunga un po’ troppo la palla, consentendo così, l’uscita dell’estremo difensore veronese. Se il primo tempo si chiude 2-0 per le padrone di casa, il secondo si riapre con diverse occasioni sia da una parte che dall’altra.

Nei primi cinque minuti del secondo tempo infatti, l’Audace non manca di far sentire la propria presenza, con un tiro potente di Mondin che Omietti devia sopra la traversa. A seguire, una triangolazione per le file rossonere tra Scolaro e Marcazzan, termina con un tiro di poco a lato sul primo palo. Ma il Granzette non ci sta e risponde all’attacco veronese con un’azione sempre di Andreasi e Longato; il capitano neroarancio infatti non trattiene un lancio lungo, recuperato e messo poi sul secondo palo da Longato: Andreasi indirizza in rete, ma il portiere ospite si fa trovare puntuale all’appuntamento con il pallone. Dal quinto al decimo minuto del secondo tempo, il Granzette si riprende la scena. Il terzo gol arriva infatti da un contropiede di Longato, che supera in velocità due avversarie, per poi servire in mezzo all’area un’indisturbata Andreasi. Ma al palazzetto di San Pio X, non ci si ferma mai. Dopo neanche un minuto di gioco, Longato riceve palla spalle alla porta, e voltandosi a destra, salta il difensore veronese. Imprendibile il suo piazzato rasoterra, che colpisce il palo interno, giusto prima di adagiarsi in rete. 4-0 per il Granzette e differenza reti raddoppiata in meno di sessanta secondi. A seguire, su un’azione di Vannini e della solita Longato, il portiere ospite si vede costretto ad un’uscita fuori area, che le costerà il cartellino giallo, per aver colpito la palla con le mani. Più decisivo è però il cartellino rosso estratto per Marcazzan, capitano dell’Audace, per una trattenuta sulla medesima azione su Longato lanciata a rete. Con una giocatrice in meno, l’Audace tenta di tenere il risultato sul 4-0; il Granzette avanza però Omietti a portiere di movimento e, prima della scadenza dei due minuti di gioco in inferiorità numerica, Costa sigla la manita con un diagonale rasoterra dalla distanza. 5-0 e partita chiusa. Vani i tentativi dell’Audace che già a 10 minuti dal termine si gioca la carta del portiere di movimento. Le due occasioni più nitide negli ultimi minuti di gioco, sono infatti i due pali colpiti, prima da Longato e poi da Scolaro. La partita si chiude con un netto 5-0 per le padrone di casa. Un Audace piuttosto opaco infatti, non riesce ad imporre il proprio gioco, su quella che risulta un’ottima prova del Granzette. A tre giornate dal termine, il quinto posto, valido per i play-off, dista solamente tre lunghezze dal decimo.
Adesso le neroarancio sfrutteranno la lunga pausa, determinata prima dalle feste pasquali e poi dal 6-0 a tavolino per il ritiro dei Bassotti di Torino, per preparare la battaglia contro la seconda della classe Noalese. Appuntamento quindi il 15 Aprile alle ore 16 presso il Palasport di Noale.

C.S.



Articoli correlati