Home » Rugby giovanile

Una bella storia

Nel prossimo torneo Aldo Milani cinque giocatori del Villadose giocheranno con i ragazzi de L’Aquila uti dagli stessi colori
30 marzo 2018 Stampa articolo

rugbyRovigo – Alle 3 e 32 del 6 aprile 2009 cambiò tutto per una delle popolazioni più ovali d’Italia, una tragedia immane che ha sconvolto famiglie, bambini, e complicato non poco il percorso rugbistico de L’Aquila. Un terremoto che ha lasciato il segno.

Nel novembre del 1951 il Polesine fece i conti con l’acqua, l’alluvione fu un evento catastrofico, ma la gente si rialzò. 

Nel mezzo alle due tragedie legami indissolubili con un comune denominatore: la palla ovale.

Rovigo e L’Aquila sono state le protagoniste del campionato italiano per anni, hanno fornito fior di giocatori alla Nazionale, sfide sempre cruente, ma leali. Amicizie indissolubili con un feeling spontaneo lontano nel tempo ed ancora attuale. Il club Aldo Milani ha invitato la Polisportiva L’Aquila rugby all’edizione numero 44 del prossimo torneo internazionale che disputerà allo stadio Battaglini di Rovigo il 21 e 22 aprile 2018. Non un invito a caso, recentemente il Polesine ovale ha contribuito a raccogliere fondi per la realizzazione di un campo in sintetico grazie all’interessamento di Roberto Aggio, per anni presidente del club Aldo Milani. Oltre 50 mila euro donati dal  comitato Polesine in mischia per L’Aquila nato nel 2010 grazie a Sergio Davide Rossi e al contributo di privati, comuni, aziende, appassionati. 

Un legame speciale tra il Polesine e L’Aquila che racconta il presidente del Rugby Villadose, Adriano Zamana campione d’Italia con il Rovigo “Nel 1975 in rossoblù vinsi lo scudetto con l’Under 19 proprio in finale contro gli abruzzesi, poco dopo con alcuni di loro ci ritrovammo in Nazionale in Spagna in occasione torneo Fira. Nacque subito un feeling speciale tra noi rodigini e gli abruzzesi, specialmente con Massimo Mascioletti, una condivisione di valori che è rimasta intatta nel tempo”.

Il “Puma” Zamana nel 1976 vinse lo scudetto anche con la prima squadra dei Bersaglieri, una data storica proprio per il club che attualmente presiede, e che ha contribuito a fondare. Il Rugby Villadose è nato proprio dopo quel fantastico titolo tricolore “Dovevamo decidere i colori – spiega Zamana – quelli del Comune non si addicevano, abbiamo pensato al neroverde, ma prima di decidere abbiamo chiesto ai dirigenti de L’Aquila se la cosa poteva dar loro problemi, ci risposero che erano entusiasti”.

Se Rovigo deve i colori rossoblù al Bologna, Villadose si è unito indissolubilmente a L’Aquila a tal punto da aderire alla richiesta del club Aldo Milani.

Pietro Berto, Gianmaria Ferro, Niccolo’ Morello, Alberto Vanzan, Giacomo Zanobbi del Villadose giocheranno con la maglia de L’Aquila la prossima edizione del Torneo Internazionale Aldo Milani, manifestazione che gode anche del patrocinio della Regione Veneto e del Comune di Rovigo, oltre alla preziosa collaborazione della Federazione italiana rugby, Provincia di Rovigo, CRVeneto, Coni e del Panathlon, nonché di tutte le locali realtà rugbistiche in primis la FemiCz Rugby Rovigo Delta. 

C.S.



Articoli correlati