Home » RUGBY

Il derby d’Italia va al Petrarca che vola in vetta

Femi CZ Rugby Rovigo chiude le regular season al terzo posto
14 aprile 2018 Stampa articolo

rugbyPetrarca Padova – Femi CZ Rugby Rovigo 29-9 (7-6)

Marcatori: p.t. 3’ Mantelli cp (0-3); 15’ Mantelli cp (0-6); Cannone m. (5-6) Fadalti tr. (7-6) s.t. 47’ Fadalti cp (10-6); 51’ Mantelli cp (10-9); 67’st Lamaro m (15-9); 71’ st Rossi m , Rizzi tr (22 – 9);74’ st Lamaro m. Rizzi tr. (29-9)

Petrarca Padova: Ragusi; Fadalti, Riera, Bettin, Rossi;  Menniti-Ippolito (62’ Rizzi), Su’a; Trotta,Conforti (58’ Nostran), Lamaro; Saccardo (cap) (52’ Gerosa), Cannone (52’ Michieletto); Scarsini (33’ Rossetto),  Marchetto (39’ Santamaria), Borean (41’ Acosta).

All. Marcato

FEMI-CZ Rovigo: Odiete, Barion (62’ Cadorini) Davies,Van Niekerk, Cioffi (78’ Biffi), Mantelli, Chillon (79’ Loro), Ferro (23’-30’ Zanini), Lubian, DeMarchi, Ortis, Boggiani,D’Amico (76’ Pavesi), Momberg (cap) (74’ Cadorini), Brugnara.

All. Mc Donnell

Arb. Tomo’ (Roma)

AA1 Stefano Bolzonella (Cuneo); AA2 Ferdinando Cusano (Vicenza)

Quarto Uomo: Vittorio Favero (Treviso)

Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 2/2; Fadalti (Petrarca Padova) 1/3; Rizzi (Petrarca Padova) 2/3

Cartellini : 58’ cartellino giallo a Momberg (Femi CZ Rovigo); 80’ cartellino giallo a Michieletto (Petrarca Padova)

Note: Giornata serena, leggera brezza, circa 16°. Spettatori circa 3500.

Punti conquistati in classifica: Petrarca Padova 5; FEMI-CZ Rovigo 0

Man of the Match:  Lamaro (Petrarca Padova)

PADOVA – La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta non riesce ad espugnare il “Plebiscito” e il Petrarca vince 29-9 il 162º Derby d’Italia aggiudicandosi l’Adige Cup e la prima posizione in classifica nell’ultima giornata di regular season. I rossoblù chiudono invece al terzo posto e ai play off avranno come rivale il Patarò Calvisano.rugby

I rossoblù iniziano subito con intensità, mettendo pressione ai padroni di casa e guadagnando terreno fino ad entrare nei 22 avversari. Dopo appena tre minuti dal fischio d’inizio i Bersaglieri guadagnano un calcio a favore per fallo in difesa dei padovani e mettono a segno i primi tre punti grazie alla precisone dalla piazzola di Mantelli. Nei minuti successivi i tuttineri tentano un’incursione nei 22 rossoblù ma la difesa rodigina si fa trovare pronta e, grazie alla buona prova del pack e in rimessa laterale, i Bersaglieri riescono a riconquistare possesso e terreno fino al 14′ quando un placcaggio alto del Petrarca permette a Mantelli di allungare sullo 0-6. L’apertura rossoblù è di nuovo protagonista intorno al 20′ quando tenta un drop senza però riuscire a centrare i pali. Quattro minuti dopo il Petrarca riesce a superare la metà campo e ad ottenere un calcio a favore per fuorigioco dei rossoblù ma Fadalti dalla piazzola non è preciso e l’ovale esce alla sinistra dei pali.rugby

I padroni di casa comunque non demordono e riescono a stanziare nella metà campo rossoblù senza però riuscire a concretizzare grazie alla solida difesa dei Bersaglieri. Al 35′ Fadalti ottiene comunque un’altra opportunità dalla piazzola ma anche stavolta il calcio, piuttosto centrale, non entra. Proprio allo scadere del primo tempo il Petrarca ottiene una rimessa laterale sui 5 metri rossoblù dove a forza di pick and go riesce a schiacciare oltre la linea con Lamaro e Fadalti trasforma per il 7-6 con cui le squadre tornano agli spogliatoi. 

Nei minuti iniziali della ripresa il Petrarca si dimostra più cinico e al 48′ porta il punteggio sul 10-6 grazie ad un piazzato messo a segno da Fadalti. Pochi istanti dopo però i rossoblù accorciano le distanze a -1 con Mantelli che si dimostra ancora una volta molto preciso dalla piazzola. L’ottimo lavoro della mischia rossoblù porta i rodigini intorno al 57′ sui 5 metri avversari dove viene sfiorata la meta ma l’indisciplina costa cara ai Bersaglieri che perdono un’occasione fondamentale di allungare e capitan Momberg, che viene punito con un cartellino giallo. Anche i padroni di casa, approfittando della superiorità numerica, si avvicinano pericolosamente alla marcatura ma l’intervento in extremis di Odiete sulla linea di meta rossoblù impedisce ai padovani di concretizzare.rugby

 I tuttineri però non demordono e al 62′ arriva la seconda meta di Lamaro non trasformata da Rizzi. Rovigo si spegne completamente mentre il Petrarca dilaga e va nuovamente a marcare oltre la linea di meta rossoblù prima con Rossi al 66′ e tre minuti dopo ancora con il man of the match Lamaro, entrambe trasformate da Rizzi che porta quindi il punteggio sul 29-9. A pochi minuti dal fischio finale i padroni di casa rimangono con un uomo in meno per un giallo a Michieletto ma i rossoblù non riescono ad approfittare della superiorità numerica e il Derby si chiude sul punteggio di 29-9.

“Oggi abbiamo sbagliato una cosa: siamo andati oltre l’aggressività, finendo sulla penalità – è il commento dell’assistant coach Umberto Casellato alla fine del match – siamo stati molto determinati, forse troppo, e non abbiamo trovato il giusto equilibrio individuale. Abbiamo fatto veramente troppe penalità, 14 in 50 minuti, e la partita si è rotta con la meta subita alla fine del primo tempo e soprattutto con il giallo a Momberg. Le partite si vincono con il cuore ma anche con la testa, e questa nel secondo tempo non l’abbiamo messa in campo. È un aspetto su cui dovremo lavorare in vista dei playoff con Calvisano, dovremo essere molto attenti e determinati ma con lucidità”.

rugbyParole condivise anche dall’head coach Joe McDonnell: “Oggi ho rivisto la semifinale dello scorso anno qui al Plebiscito, ma al rovescio. Prima della partita avevo sottolineato che tattica e disciplina sarebbero state la chiave di volta del match, aspetti su cui siamo riusciti nel primo tempo dove abbiamo preso solo due calci contro mentre nel secondo ne abbiamo presi 15. La partita è totalmente cambiata tra la prima frazione di gioco e la seconda, nella quale abbiamo perso la lucidità e il controllo diventando quindi troppo indisciplinati. Ora abbiamo le due sfide con il Calvisano, abbiamo voglia di riscattarci e di mettere in campo il cuore, senza però perdere il controllo come oggi. Su questo lavoreremo nelle prossime due settimane”.

C.S.



Articoli correlati


Scrivi un commento!