Home » C1, RUGBY

Sconfitta amara per Fulvia Tour Rugby Villadose

15 aprile 2018 Stampa articolo

rugbyPordenone Rugby-Fulvia Tour Rugby Villadose 32-17

MARCATORI: pt 3’ p. M. Pellegrini; 6’ m. Bressan; 11’ m. M. Pellegrini tr. M. Pellegrini; 18’ m. Tommasini tr. Nocente; st 2’ p. Nocente; 7’ m. Fiorentino tr. Nocente; 31’ m. tecnica Fulvia Tour Rugby Villadose; 38’ m. Nocente; 42’ m. Biagianti.

PORDENONE RUGBY: Tonello; Bordini, Flora, De Ziller, Biagianti; Nocente, Bressan; Tommasini, Fiorentino, Simonato; Rossi, Alberti; Gava, Pessa, Zaninotto. Subentrati: Pancino, Tamburrini, Pinni, Puppo, Turchet, Martinuzzi, Perja. All. Cantiello.

FULVIA TOUR RUGBY VILLADOSE: Piombo; Pinato, Pravato, Melarato, Bertasi; M. Pellegrini, Davì; E. Brizzante, R. Pellegrini, Greggio Masin; Ritrovato, Bressello; Galasso, Sponton, Tenan. Subentrati: Ceccolin, Borsetto, Rinaldo, Silvestrin, Andreotti. All. F. Brizzante.

ARBITRO: Frasson di Treviso.

NOTE: pt 12-10; cartellino rosso a: E. Brizzante (st 33’ – doppio giallo); punti in classifica: Pordenone Rugby 5, Fulvia Tour Rugby Villadose 0.  Lascia l’amaro in bocca il finale del match contro il Pordenone, settima giornata della poule promozione del campionato di serie C1, che vede il Fulvia Tour Rugby Villadose cedere 32-17.

PORDENONE – Lascia l’amaro in bocca il finale del match contro il Pordenone, settima giornata della poule promozione del campionato di serie C1, che vede il Fulvia Tour Rugby Villadose cedere 32-17. I neroverdi partono bene marcando i primi punti con Massimiliano Pellegrini, subiscono la meta del sorpasso dei padroni di casa, ma trovano nuovamente la via della linea con lo stesso mediano di apertura, prima che di nuovo i friulani si portino in vantaggio, marcando la meta che fissa la prima frazione di gioco sul 12-10.

Attorno alla mezz’ora, il Dose vede anche l’allenatore Flaviano Brizzante allontanato dal campo dall’arbitro Frasson di Treviso, ma è lo stesso tecnico a chiarire quanto avvenuto.

“Avevamo una mischia a cinque metri e abbiamo preso un calcio contro – afferma Brizzante -. Per questo mi sono arrabbiato con Galasso e i ragazzi, perché era certamente un’occasione da sfruttare. In quel momento è intervenuto un dirigente del Pordenone e c’è stato un battibecco tra noi. L’arbitro l’ha notato, io ho spiegato che le mie proteste erano unicamente rivolte ai miei ragazzi e lui ha compreso benissimo la cosa e anche a fine partita abbiamo chiarito ulteriormente, ma ovviamente ha comunque dovuto allontanarmi”.

La ripresa si apre con l’uno-due del Pordenone che prima con un calcio piazzato e poi con un’altra meta va sul 22-10.

La mischia neroverde continua ad essere, tuttavia, dominante ottenendo l’ennesima meta tecnica dell’anno.

Sul 22-17 il Fulvia Tour prova lo sforzo decisivo, ma pecca di lucidità e concretezza, oltre che di uomini, visto anche il doppio giallo comminato ad Enrico Brizzante, e allora nel finale, al 38’ e 42’ è di nuovo il Pordenone a marcare e a chiudere la partita.

“Abbiamo avuto vari momenti in cui potevamo chiudere la partita – il commento di coach Brizzante -, ma abbiamo perso una touche ai cinque metri e preso calcio contro in due mischie in analoghe situazioni. Siamo stati troppo indisciplinati e avevamo sicuramente la coperta corta nei cambi, visto anche diverse assenze, con giocatori costretti fuori ruolo. Le occasioni comunque le abbiamo avute e non siamo riusciti a sfruttarle.

Il Villadose tuttavia prosegue il suo cammino a testa alta e chiuderà le due trasferte di Belluno e Feltre e l’ultima in casa con il Conegliano nel migliore dei modi. Io lavoro con i ragazzi che ho a disposizione e continueremo a fare tutto quello che possiamo con la massima onestà, giocando per divertirci e per onorare al meglio il Rugby Villadose”.

C.S.



Articoli correlati