Home » RUGBY

Ferro torna a vestire i gradi di capitano dei Bersaglieri

20 aprile 2018 Stampa articolo

rugbyROVIGO – Questa mattina nei nuovi uffici della Segreteria rossoblù è andata in scena una conferenza stampa in vista degli imminenti play-off del Campionato Italiano d’Eccellenza, presenziata dal presidente della Rugby Rovigo Delta Nicola Azzi, insieme al Consigliere e title sponsor Francesco Zambelli, agli allenatori Joe McDonnell e Umberto Casellato, e ai giocatori Matteo Ferro, Jacques Momberg ed Edoardo Ruffolo.

A fare gli onori di casa il presidente Azzi, che ha voluto ringraziare il suo predecessore: “Ringrazio Francesco per avermi indicato come suo successore e per avermi lasciato libero nel portare avanti la Società secondo le mie idee e il mio modo di confrontarmi con lui, con gli allenatori, con i giocatori, con le istituzioni, con la Monti e con le altre realtà del Polesine. Non sono un prestanome e Francesco mai mi ha considerato tale, per questo gli sono due volte riconoscente. Sto avendo molte soddisfazioni e sono sicuro che il lavoro sta andando avanti bene, spero che porterà presto i suoi frutti”.

Oggi era importante per me avere al mio fianco gli allenatori, il capitano e i vice-capitani – ha continuato il Presidente – veniamo da una partita che ha lasciato molto l’amaro in bocca, che ci ha illuso potessimo organizzare l’eventuale Finale a Rovigo, ci tenevamo tutti molto ma è andata come è andata. Ora voltiamo pagina, abbiamo avuto modo di esortare la squadra a manifestare il proprio carattere come successo in passato perché l’obiettivo non è quello di arrivare a giocare i play-off, bensì quello di arrivare a giocare la Finale, ovunque sarà. Vogliamo che la squadra sia unita, così come le squadre giovanili: per questo abbiamo in programma una serata con giocatori della prima squadra, dell’Under 18 e della Cadetta, un momento di coesione tra le nostre squadre che sono tutte impegnate nelle fasi finali dei rispettivi Campionati. Mi auguro che tutte abbiano la soddisfazione di arrivare fino in fondo e di raggiungere i risultati più alti”.

Parole condivise anche da Francesco Zambelli: “Sono rimasto nel Consiglio della Società per assistere la squadra e l’impegno economico fino alla fine della Stagione. Impegno che porterò avanti anche per la prossima annata, come ho già assicurato a giocatori e staff, anche se rimango in attesa che si sistemino le questioni che mi hanno portato a dare le dimissioni, ma i segnali sono positivi ed ho fiducia che ciò avvenga. Quello che abbiamo perso sabato scorso non è tutto, la convinzione che possiamo vincere il Campionato c’è ancora e deve continuare ad esserci”.

Ha preso poi la parola Jacques Momberg per spiegare la sua decisione di non vestire più i gradi di capitano nelle prossime partite: “Come ho detto dopo la partita agli allenatori e ai leaders della squadra, io sono un altro giocatore rispetto a quello che ha preso il giallo nel Derby. Ho sbagliato come capitano, un ruolo che rispetto e reputo estremamente importante. Per questo e per il rispetto che ho per i miei compagni ho deciso di fare un passo indietro e lasciare il mio posto a chi in questo momento si merita la fascia di capitano, ovvero Matteo Ferro. Credo sia la scelta migliore per la squadra per vincere questo Campionato”.

Cambierà solo la persona che si relaziona con l’arbitro durante il gioco – ha affermato Ferro – perché in campo c’è un gruppo di ragazzi, di cui facciamo parte io, Edoardo Ruffolo e Jacques Momberg, che è l’ossatura della squadra e che è il punto di riferimento per tutti durante le partite. Per me sarà un onore vestire la fascia di capitano, come lo è stato in passato. Sicuramente daremo tutto in campo nelle prossime partite, non daremo l’impressione di mollare o rinunciare, perché sappiamo qual è il nostro obiettivo, contro chi dobbiamo giocare e come farlo. Andiamo tutti nella stessa direzione e siamo pronti a dare il 100%”.

Torna a disposizione dei coach, dopo il lungo stop per infortunio, Edoardo Ruffolo: “Ho finito la convalescenza e sono pronto a tornare in campo, non è stato facile restare fermo così a lungo ma sono sempre rimasto a fianco dei miei compagni e spero di avere la possibilità di riscattare la mia assenza”.

Le prossime tre settimane sono estremamente importanti per noi – ha concluso l’head coach dei Bersaglieri, Joe McDonnell – abbiamo sbagliato il Derby con il Petrarca, dove abbiamo peccato di indisciplina, ma i ragazzi hanno capito e questa settimana di recupero abbiamo comunque lavorato sodo. Riguardo il capitano, come ha detto Jacques che rispetto molto per quanto ha fatto in questi anni e per questa sua decisione, la prima cosa da chiedersi è cos’è meglio per la squadra e in questo momento credo che Matteo sia la persona più adatta a traghettare la Rugby Rovigo Delta all’obiettivo finale, nelle prossime tre partite”.

C.S.



Articoli correlati


Scrivi un commento!