Home » VOLLEY

Sconfitta per Fruvit a Villa Bartolomea

29 aprile 2018 Stampa articolo

volleySpakka Volley – G.S.Fruvit Rovigo: 3-1

16-25, 25-17, 25-9, 25-18

Spakka Volley: Coscia (12), Marangoni (3), Marini (7), Sajin E (8), Borin (1), Corazza (11), sajin D (12), Angelini, Mottera, Ramarro, Permunian, Pintani, Tempo, Strazzer )L).

Allenatore: Carretta. Vice allenatore: Timpone

G.S. Fruvit: Coltro (13), Ferrari (1), Ghiotti (3), Toffanin (7), Giardini (8), Fyda (4), Ferroni (1), Bolognesi (10), Casprini (7), Battistella, Berasi, Negrato (L). Allenatore: Breviglieri. Vice allenatore: Albini

Arbitri: 1° Penzo, 2° Dallegno

Villa Bartolomea (Verona): Le rodigine, dopo essersi aggiudicate il primo set, sono vistosamente calate e dato via libera al sorpasso del sestetto di casa, che ha chiuso in bellezza per poter festeggiare la salvezza.

Le motivazioni delle due formazioni hanno fatto la differenza.

Fruvit forse pensando di aver vita facile di un avversario che aveva ceduto il primo parziale, non si aspettava una reazione decisa e concreta delle padrone di casa, che non solo ci hanno creduto fortemente, ma hanno messo nei nove metri del campo grinta e caparbietà necessarie al raggiungimento dell’obiettivo.

Breviglieri ha mantenuto i suoi intenti, schierando sempre nel sestetto di partenza le giovani Giardini e Fyda, per poi ruotare tutte le giocatrici a disposizione.

La starting six rodigina era la seguente: Ferrari, Giardini, Bolognesi, Fyda, Coltro, Toffani, Negrato libero.

“C’era un po’ da aspettarselo, devo dire però, che per come avevamo cominciato, speravo andasse meglio.

Ovviamente lo Spakka lottava per una cosa importante, noi sicuramente no.

Nel primo set ci è venuto tutto bene, ottima la battuta, bene la ricezione, abbiamo attaccato con percentuali alte.

volley

Loro invece hanno iniziato un po’ contratte, l’obbligo di portare a casa il risultato, probabilmente non le ha fatte scendere in campo con la serenità necessaria.

Serenità che hanno ritrovato subito perché hanno creduto in sé stesse, e ci hanno provato con insistenza.

Sicuramente hanno migliorato la battuta, noi non siamo più riusciti a metterle in difficoltà, e il resto è venuto dalla conseguenza.

Aggiungiamo i nostri venticinque errori in attacco, questa la dice lunga, era già capitato di sbagliare molto, ma questo non è sicuramente solo un problema tecnico.

Ho fatto giocare tutte, il mio intento era di dare spazio a chi ha giocato meno questa stagione, Fyda e Giardini, ho iniziato e finito con loro, quando le cose non andavano per il meglio ho fatto cambi in tutti i set con Casprini, Ferroni, Battistella, Ghiotti.

Dovremo fare meglio nell’ultima in casa davanti al nostro pubblico.”

Ben poco da dire sulla gara, un primo set impeccabile, con parziali netti: 1-8, 7-16, 15-21.

Nel secondo set si è giocato punto a punto fino al 7-8, le padrone di casa hanno spinto di più in attacco portandosi a più quattro, 16-12, fin qui ancora in partita, Fruvit ha mollato di brutto, 21-12.

Terza frazione a dir poco imbarazzante per le rodigine, che hanno segnato solo nove punti, e quarto set fotocopia del secondo.

Fruvit chiuderà la stagione sabato 5 maggio alle 21 davanti al pubblico amico, al palasport di Rovigo, contro il Montecchio S. Vitale, che ha vinto dalla capolista Lagaris, già promossa in B1, per 3-0 nell’incontro casalingo.

Vicentine con quarantaquattro punti, al sesto posto in classifica, a più due da Fruvit.

 

C.S.



Articoli correlati