Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: qualificazione da brividi

La squadra polesana piega Fucecchio al tie break e accede alle semifinali dei play off
17 maggio 2018 Stampa articolo

volleyDream Volley Fucecchio- Alva Inox Delta Volley 2-3 (25-19, 22-25, 25-15, 23-25, 11-15)

Battute punto/errori: Fucecchio 14/23, Delta 6/16; Ricezione: Fucecchio 74%, Delta 72%; Attacco: Fucecchio 60%, Delta 49%; Muri punto: Fucecchio 3, Delta 5.

Dream Volley Fucecchio:Lumini e Hendriks 25, Rocchini 7, Ferretti, Fruet e Lazzeroni 4, Aliberti 2, Lusori, Rossi, Giani e Cenni NE; liberi: Lupetti e Tesi. Coach: Marco Nuti.

Alva Inox Delta Volley: Cuda 19, Dordei 15, Luisetto, Masiero e Maniero 8, Lamprecht 4, Osellame 1, De Angeli, Pavan e Trolese 0, Bosetti e Gallo NE; liberi: Fusaro e Fregnan. Coach: Mario Di Pietro.

Ci sono voluti cinque set e tanta, tantissima sofferenza, ma alla fine l’Alva Inox Delta Volley può esultare. Con il 2-3 ottenuto sul campo del Dream Volley Fucecchio, la squadra di Mario Di Pietro accede alle semifinali dei play off di Serie B Maschile. La prossima settimana il confronto (sempre al meglio delle tre gare) con la Pallavolo Saronno: ci sarà tempo e modo di prepararsi per quella battaglia. Intanto, questa, la porta a casa il Delta.

 

LA PARTITA

Porto Viro in campo con la stessa formazione di gara uno: Osellame alzatore e Maniero opposto, centrali Masiero e Luisetto, Cuda e Dordei schiacciatori, Fusaro libero uno. Confermato anche lo starting players di Fucecchio: Lazzeroni-Hendriks in diagonale, al centro Rocchini e Ferretti, attaccanti da posto quattro Lumini e Fruet, primo libero Lupetti. Arbitrano l’incontro Andrea Galteri e Fabrizio Giulietti di Perugia.

Pronti, via, due ace di Hendriks (2-0). Il Delta fatica a trovare le misure del campo e scivola a meno quattro (8-4), poi il servizio vincente di Lumini (10-5) che convince coach Di Pietro a chiamare time. Hendriks picchia da seconda linea (12-6), Fruet da posto quattro (13-6). L’Alva Inox prova a ricostruire con muro e difesa, ma continua a pagare l’imprecisione dei suoi attaccanti (18-12, secondo time Di Pietro). Mini-break nerofucsia sulla battuta di Dordei (18-14, sono già entrati De Angeli e Pavan per Osellame e Maniero), Hendriks respinge il tentativo (21-15), spegnendo la (per la verità, poca) verve degli ospiti: 25-19, 1-0 Fucecchio. Migliora decisamente l’approccio di Porto Viro nella seconda frazione: muro di Osellame, palla vagante messa giù da Luisetto, 7-9. I padroni di casa non mollano la presa e rientrano subito (9-9), ma c’è ancora un allungo del Delta sul turno in battuta di Dordei (14-16, time Nuti). Muro granitico di Luisetto (17-20), ace di Cuda (17-21), altro tempo chiamato dalla panchina toscana. La partita è rovente, c’è la reazione bianconera con Lazzeroni (ace del 19-21, time Alva Inox), Dordei ristabilisce le distanze (19-22 e 20-23), Maniero chiude il discorso: 22-25, 1-1. Terzo set, il break inaugurale è dei locali (3-1 Lumini). Cuda e Luisetto firmano l’immediato pareggio (3-3), ma Fucecchio si rimette a correre sfruttando il servizio di Lazzeroni (8-4, time Di Pietro). Manca sostanza alla reazione nerofucsia, Rocchini scava un altro solco con la battuta (15-9, secondo time Delta). Entra Trolese (fuori Masiero), gli ospiti rosicchiano margine grazie a Dordei (16-13, coach Nuti chiama tempo). Lumini, però, piazza due ace nel momento chiave (19-13 e 20-13), quindi il muro di Fruet (21-13) che, di fatto, cancella Porto Viro (esce anche Dordei, sostituito da Lamprecht): 25-15, 2-1 Fucecchio. Cambio nel Delta ad inizio quarto set, Lamprecht rileva Maniero, con Cuda che passa a fare l’opposto. Parte (di nuovo) meglio Fucecchio (3-0), doppietta attacco-muro di Ferretti e siamo 5-1. Sussulto di Dordei (muro del 5-2 e attacco del 6-3), cui riesce anche l’abbrivio del 10-9. Peccato che gli ospiti si lascino travolgere un’altra volta, tra errori propri e meriti dell’avversario (14-10, ace di Lumini). Dordei e Lamprecht riaccendono la speranza (14-12), Fruet la smorza (ace del 18-14), Lamprecht la tiene ancora viva (due battute vincenti per il 18-17 su cui coach Nuti chiama time). Hendriks spara due volte fuori regalando il vantaggio al Delta (18-19), anche i nerofucsia, però, sono in vena di regali (20-19, time Di Pietro). Doppio Cuda per l’ennesimo ribaltone (20-21), Hendriks sbaglia il terzo attacco di fila (20-22). Festival degli errori in battuta, l’Alva Inox ha due palle set (24-22), tocca sempre a Maniero (appena subentrato a Cuda nel doppio cambio che coinvolge anche De Angeli per Osellame) decretare la fine delle ostilità: 23-25, 2-2. Tie break, dentro o fuori, tensione ai massimi livelli (un rosso per parte sul punteggio di 4-5). Si va al cambio campo sul 6-8 (bene i centrali Masiero e Luisetto tra le fila ospiti), l’ace di Lamprecht spaventa Fucecchio (6-9, time Nuti), il successivo pallone messo giù da Luisetto è ormai qualcosa più di un presagio (6-10). I padroni di casa tentano un’ultima disperata rimonta (8-11 e 10-12), ma il Delta, finalmente, è pronto ad azzannare la preda. A sancire la vittoria gli ingressi dalla panchina. De Angeli ispira con una magia Masiero per l’11-14, Maniero si conferma l’uomo dell’ultimo attacco: 11-15, 2-3 Delta Volley.

Le parole a fine gara di Mario Di Pietro, tecnico dell’Alva Inox: “Siamo felicissimi di questa vittoria, ottenuta contro un avversario che si è dimostrato di tutt’altro spessore rispetto a quello visto a Porto Viro. È un risultato importante non solo perché ci proietta in semifinale, ma anche perché ci può aiutare a crescere come squadra. Oggi è stato fondamentale il contributo di tutti i giocatori, per cui il plauso va al gruppo. La prossima settimana ci aspetta un’altra sfida infuocata contro Saronno, ma il Delta ha dimostrato che c’è”.

C.S.



Articoli correlati