Home » Baseball B

Il Baseball Softball Club Rovigo torna sul diamante di casa

Domenica a fare il tifo per i rossoblù nella doppia sfida ai Dynos Verona ci sarà anche lo storico coach Bob Brandi
18 maggio 2018 Stampa articolo

ROVIGO – Dopo il buon pareggio a Bagnaria Arsa (Udine) contro l’Europa Sager, il Baseball Softball Club Rovigo torna sul diamante di casa per proseguire la sua rincorsa a posizioni più nobili della classifica del girone B di Serie B. Il settimo turno di campionato domenica 20 maggio porta in Tassina i Dynos Verona, una squadra da prendere con le molle.

I rossoblù affrontano la sfida ripartendo dall’ottima gara due giocata in Friuli Venezia Giulia. Una partita che finalmente ha messo in mostra il carattere del roster di Fidel Reinoso, evidenziandone soprattutto la freddezza nel momento chiave del match. L’imperativo è continuare a mantenere alti concentrazione e rendimento anche nelle due partite contro gli scaligeri. Gara uno è in programma alle 11, gara due alle 15.30.

Tra i rodigini si registra il rientro di Frigato, che aveva saltato la trasferta contro l’Europa Sager, mentre resta fuori causa Ferrari. In dubbio la presenza di Malengo, che tra oggi e domani farà alcuni test per valutare il pieno recupero dall’infortunio muscolare che sta complicando il suo inizio di stagione. Fortunatamente il team sta riscontrando, giornata dopo giornata, la graduale crescita dei giovani “promossi” sul palcoscenico della Serie B. La loro continuità di rendimento unita al pieno recupero dei giocatori più esperti potrebbe dare l’attesa svolta alla stagione rossoblù.

Linea verde anche per gli avversari. I Dynos rientrano nella franchigia che comprende anche la formazione veronese di Serie A: tra le loro fila crescono dunque i nuovi prospetti da proiettare poi nel massimo campionato.

Rovigo avrà un motivo in più per ben figurare nella doppia sfida sul diamante di casa: a tifare per i rossoblù ci sarà anche lo statunitense Bob Brandi, per 13 anni pitching coach del Baseball Softball Club Rovigo, in questi giorni in visita nella sua “seconda casa”.

 

C.S.



Articoli correlati