Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: finale strameritata, Saronno demolita

27 maggio 2018 Stampa articolo

volleyAlva Inox Delta Volley-Pallavolo Saronno 3-0 (25-17, 25-12, 25-17)

Battute punto/errori: Delta 8/11, Saronno 5/9; Ricezione: Delta 64%, Saronno 55%; Attacco: Delta 55%, Saronno 36%; Muri punto: Delta 7, Saronno 1.

Alva Inox Delta Volley: Maniero 13, Dordei e Cuda 12, Luisetto 9, Masiero 3, Pavan e Trolese 1, Osellame, De Angeli, Lamprecht e Fregnan 0, Bosetti NE; liberi: Fusaro e Gallo. Coach: Mario Di Pietro.

Pallavolo Saronno: Gaggini 9, Buratti e Canzanella 6, Rigoni 3, Ronzoni, Cafulli e Kely 2, Della Pietra 0, Bigogno, Spairani e Scarpino NE; liberi: Rudi e Guglielmo. Coach: Pierluigi Leidi.Finale playoff strameritata per l’Alva Inox Delta Volley che in gara due delle semifinali sconfigge con un netto 3-0 la Pallavolo Saronno.

PORTO VIRO – Lontani, lontanissimi i fantasmi di gara uno, quando i ragazzi di Mario Di Pietro si fecero rimontare il doppio vantaggio. Ieri sera il Delta è stata una macchina perfetta, a partire dalla battuta, fondamentale con cui i nerofucsia hanno scavato un solco insormontabile per Saronno. La finale: in attesa di capire se l’avversario sarà Campegine oppure Ongina (mercoledì la “bella”), l’unica certezza è che gara uno si giocherà sabato 2 giugno. C’è una settimana di tempo per prepararsi al grande evento.

LA PARTITA
Porto Viro schiera Osellame in regia e Maniero opposto, Masiero e Luisetto centrali, Cuda e Dordei in posto quattro, Fusaro libero uno. Le scelte di Pierluigi Leidi, coach di Saronno: Della Pietra-Gaggini in diagonale, Buratti e Ronzoni al centro, Rigoni e Canzanella di banda, Rudi primo libero. Arbitrano l’incontro Anthony Giglio di Trento e Valentina Tassini di Verona.

Strappa l’Alva Inox con l’ace di Luisetto (5-3) e la botta di Dordei (7-4). Dopo il terzo errore in attacco dei suoi, coach Leidi chiama tempo (8-4). Saronno abbozza una reazione, a segno Canzanella (8-6) e Buratti a muro (10-8). Scintille tra gli atleti in campo, intanto Dordei ristabilisce le distanze con la pipe del 13-9. Il Delta amministra senza nemmeno patire troppo e quando il tandem LuisettoManiero ferma Rigoni a muro (21-15, time Saronno), l’impressione è che non ci saranno clamorosi ribaltoni, anche perché gli ospiti stanno sbagliando di tutto e di più. Difatti, 25-17 firmato Maniero, 1-0 Delta. Si riparte lì dove era finito il parziale precedente: clamoroso 10-1 per i padroni di casa (da segnalare i tre punti, di cui uno a muro, di Luisetto e i due ace di Cuda), Saronno – che sostituisce Gaggini e Rigoni con Kely e Cafulli – in confusione totale. Nelle note di cronaca il doppio cambio De Angeli-Pavan per Osellame-Maniero (13-4), un servizio al bacio di Dordei (14-4), un attacco vincente da posto due di Masiero (15-5), il muro di Pavan (16-5). Gli ospiti restano dispersi tra tante proteste e poca sostanza, per l’Alva Inox entra Trolese (out Luisetto, 18-7). ancora un ace di Cuda (20-7), l’acuto dello stesso Trolese (22-10). Può bastare così: doppietta di Dordei, 25-12, 2-0. Terzo set, sempre Delta comodamente al comando (5-1 sul turno in battuta di Osellame, già tre errori ospiti). Cenni di risveglio per Saronno (7-5 Buratti), Dordei spara forte sulle mani del muro (9-5), Maniero dalla linea dei nove metri (10-5). Ricomincia a pasticciare la formazione lombarda (15-8, time Leidi), Luisetto ci aggiunge un muro (16-8), Cuda un ace (18-9). Dentro Fregnan in battuta (19-11), Maniero fa gli straordinari al servizio, in difesa e in attacco (22-13), Gaggini sigla due ace (23-16), poi scatta la festa: 25-17, 3-0 Delta Volley.

Le parole di Mario Di Pietro, tecnico dell’Alva Inox: “Abbiamo fatto una grande partita, siamo rimasti sempre concentrati, anche sul 2-0, a differenza di quanto accaduto all’andata. I ragazzi sono stati bravissimi ad eseguire quello che avevamo preparato in allenamento e devo dire che giocare in casa ci ha aiutati molto perché abbiamo potuto usare i nostri palloni, con cui abbiamo spinto in battuta mettendo in crisi la ricezione di Saronno. Bene così, adesso aspettiamo di vedere chi sarà il nostro avversario in finale. Speriamo di avere il fattore campo a nostro favore ”.


C.S.



Articoli correlati