Home » Ciclismo giovanile

Doppio appuntamento per Bosaro Emic

Domenica il sodalizio bosarese è impegnato sia sul fronte dei Giovanissimi a Teolo sia su quello degli Allievi a Cologna Veneta
21 giugno 2018 Stampa articolo

ciclismoA Teolo nella mattinata 170 Giovanissimi disputano una triade di Trofei – 1° Trofeo Polo- “Insieme a te in cucina”, l’8° Memorial Gianfranco Buratto e il 4° Memorial Gino Salmaso –  allestita dalla A.S.D. S.C. Leandro Faggin, sotto l’egidia di Polo SpA e Padovani 1909. Complimenti alla società organizzatrice che si aggiudica il primo posto nella classifica a squadre davanti a A.C.D. Monselice e G.C.D. Cage- Capes V.C. Silvana, e alla speaker Grazia Pagani che con grande affetto ed entusiasmo sostiene e valorizza i giovani sportivi per l’intera durata della manifestazione.

ciclismo

Marta Talpo

Sotto l’occhio vigile del responsabile di giuria Franco Galiazzo, si inizia con i 3 chilometri e 3 giri dei G1, sempre dominati da Luca Milan (GS Cartura Nalin) e Riccardo Spolladore (Liberi Ciclisti Adria 2002 ASD) che alla fine conquista l’argento, seguito da James Tomas Tahiri (ASD G.S. Tavo), Riccardo Pinato (A.C.D. Monselice) e Giovanni Munari (U.S. Ciclismo Vò); il podio rosa è tutto di Greta Fabrich (G.S. Fiumicello). Lorenzo Tavino (U.S. C.S.I. Rubano) taglia per primo il traguardo dei G2, inseguito da Alberto Ruvoletto (G.C. Noventana), Gioele Piva (G.S. Fiumicello), Giulio Clemente (SC. Leandro Faggin Mag Elettronica) e Mattia Tosetto (U.S. Ciclismo Vò); nella stessa categoria Denise Stellin (Liberi Ciclisti Adria 2002 ASD) sale sul primo gradino del podio dopo aver stretto la mano a Martina Giacon (U.S. C.S.I. Rubano) seconda e Marta Talpo (A.S.D.- G.C. Bosaro Emic) terza, che ha la soddisfazione di introdurre una serie di lodevoli prestazioni dei compagni di squadra nelle categorie superiori.

ciclismo

Filippo Sturaro

Nella gara dei G3 l’A.C.D. Monselice porta a casa due medaglie d’argento grazie ad Emma Garbin (prima Aurora Marzolla dei Liberi Ciclisti Adria 2002 ASD) e Lorenzo Ceccarello che soccombe di pochissimo in volata a Gianmaria Chinello (G.S. Saccolongo); oltre alla quinta posizione di Tommaso Bottaro a ridosso di Edoardo Ceccato (S.C.D. FDB Cologna Veneta) quarto, e Riccardo Rosso (G.S. Fiumicello) terzo.

Thomas Dalla Bona (S.C.D. FDB Cologna Veneta) con il dorsale numero 95 è solo al comando dei G4: gli bastano pochi chilometri per sparire alla vista del gruppo che in corrispondenza del traguardo si giocherà un testa a testa tra Riccardo Zecchin (SC. Leandro Faggin Mag Elettronica) ed Edoardo Falcin (Saccisica Piovese), rispettivamente secondo e terzo immediatamente raggiunti da Manuel Salmaso (G.S. Saccolongo), dalla coppia dei Liberi Ciclisti Adria 2002 ASD Filippo Spolladore e Manuel Stellin, e infine da Filippo Sturaro (A.S.D.- G.C. Bosaro Emic) autore di un ottimo settimo posto dopo aver corso con equilibrio e controllo al passo dei migliori. Nel femminile Gayane Costantini (SC. Leandro Faggion Mag Elettronica) anticipa Emma Ceresoli (A.C.D. Monselice).

ciclismo

Luca Destro

Nel turno dei G5 il grosso della formazione vola all’inseguimento di Filippo Sabbadin (SC. Leandro Faggin Mag Elettronica) ed Edoardo Ospizio (G.C.D. Cage- Capes V.C. Silvana). I due fuggitivi pedalano di buon accordo fino al momento dello sprint finale quando Filippo con un ultimo sforzo accelera e vince; i primi a raggiungerli sono i compagni di squadra Lorenzo Borella (SC. Leandro Faggin) e Gabriel Sperandio (G.C.D. Cage- Capes V.C. Silvana), che si attestano in terza e quinta posizione, ma soprattutto un formidabile quarto Luca Destro (A.S.D.- G.C. Bosaro Emic) che accoglie la sfida con sangue freddo sostenendo il ritmo incalzante della corsa senza mai vacillare.

Così come è impossibile non notare il temperamento degli altri due Emic- bosaresi Aurora Andreotti e Federico Sinigaglia, insieme nella prima batteria dei G6. Aurora si lancia decisa all’attacco della testa, la velocità aumenta con i chilometri percorsi e in chiusura il suo podio è certo quando proprio in corrispondenza dell’ultima curva è coinvolta in una brutta caduta insieme alla collega della SC Leandro Faggin Mag Elettronica e dei Liberi Ciclisti Adria 2002 ASD. Immediato ed efficiente l’intervento dell’Unità Mobile di Soccorso Mandamento di Montagnana, cui va espressa estrema gratitudine perché in certi momenti la dedizione alla propria missione supera il dovere.

ciclismo

Federico Senigaglia

Federico schiva il punto d’impatto e chiude in sesta posizione alle spalle di – in ordine di arrivo – Enrico Prevedello (SC. Leandro Faggin Mag Elettronica), Federico Vettore (G.C. Noventana), Alessio Mingardo (A.C.D. Monselice), Alexandro Boggian (U.S. Scuola Ciclismo Vò) e Mirco Zevrain (G.S. S. Andrea A.S.D.). Viene così ridefinito il podio femminile sul quale troviamo Desiré Bertoldo (U.S. Scuola Ciclismo Vò), Giulia Gironda (G.C.D. Cage- Capes V.C. Silvana) e Valentina Mancarella (Liberi Ciclisti Adria 2002 ASD). Nella seconda batteria dei G6, formata dai maschi con dorsale a numero pari, Mattia Visentin (A.C.D. Monselice) guadagna sempre più terreno sul resto del gruppo e varca la linea di arrivo con ampio anticipo rispetto al secondo Filippo Consolini (G.C.D. Cage- Capes V.C. Silvana) e a Nicolò Milan (GS Cartura Nalin) subito dietro di lui, con Cristian Sinigaglia (A.S.D.- G.C. Bosaro Emic) stabile entro i primi dieci migliori piazzamenti. Un sentito grazie da parte dei genitori al DS Sandro Baracco per la costanza e l’impegno profuso nel seguire i nostri ragazzi in tutte le sue attività sportive inerenti al ciclismo.

ciclismo

Aurora Andreotti

Qualche ora più tardi nel veronese, a Cologna Veneta, gli Allievi della società bosarese sotto la guida del DS Gianfranco Pizzardo sono pronti a partecipare al 40° Gran Premio Maglierie FDB, terreno di selezione per i campionati italiani. Lorenzo Gradani, GianMarco Mazzucato e Pietro Riccio figurano tra i 140 corridori alle prese con un percorso di circa 80 chilometri comprensivo di salite degne di nota che mettono a dura prova i partecipanti al punto da contarne solo 30 alla linea di arrivo. Tra questi è presente anche GianMarco che conduce una gara di buona qualità, mentre è amarezza per Lorenzo trascinato in una caduta dopo 30 chilometri e costretto ad abbandonare la sella; va evidenziata infine la prestazione di Pietro, pienamente allineato con quanto richiesto da una gara di tale intensità.

 “Ringrazio tutti coloro che mi hanno assistito per portare a buon fine la gara” è il saluto del DS in chiusura di giornata.

no images were found

C.S.



Articoli correlati