Home » BASKET, maschile

Alberto Grignolo al Cipriani Nuovo Basket Rovigo

12 luglio 2018 Stampa articolo

basketROVIGO – Dopo Tommaso Gobbo, arriva in casa Cipriani Nuovo Basket Rovigo anche il ventenne rodigino Alberto Grignolo.
“Sono molto felice di essere qui e cominciare questa nuova avventura”, il primo commento di Alberto.
A sei anni ha cominciato a giocare a pallacanestro nel vivaio del basket Rovigo dove è stato allenato da Matteo Cecchettin e Leandro Barbierato, per poi passare, con Roberto Battistini al San Martino Basket. Poi Under 17 e 18 con il Cfs, prima di andare a Solesino dove, nelle ultime due stagioni, ha giocato con l’Under 20 e in serie D.
Alto quasi 190 centimetri, è un ala-pivot di ruolo. “Conosco già alcuni giocatori, dice Grignolo, e non vedo l’ora di mettermi a disposizione di un allenatore che ammiro come Maurizio Ventura.” C’è un giocatore al quale ti ispiri? “Beh, mi piace molto la mentalità di un grande come Kobe Bryant. Se devo fare un nome italiano, dico assolutamente Marco Belinelli”.
Alberto Grignolo, è iscritto al secondo anno di ingegneria elettronica e informatica all’Università di Ferrara. “Lo scorso anno ho ben conciliato le due cose dando tutti gli otto esami, e quest’anno l’obiettivo è il medesimo. Il sogno nel cassetto è quello di laurearmi e arrivare più in alto possibile con il Cipriani Nuovo basket Rovigo”.
Una pedina in più per coach Ventura, che di Grignolo dice: “Alberto, è un buon difensore e rimbalzista con un discreto tiro dal perimetro. Nonostante la giovane età, in campo risulta molto maturo, tatticamente è da plasmare, ma si impegna tanto e i risultati arriveranno, ne sono sicuro.”

 

C.S.



Articoli correlati