Home » VOLLEY

Maurizia Cacciatori: Per vincere nello sport serve un atteggiamento vincente.

13 luglio 2018 Stampa articolo

volleyCliccando qua e la, tra le varie pagine dei social, a volte ci si può imbattere in post di altissimo valore e dal profondo significato. In un mondo dove gli “influencer” spesso arrivano dal mondo dello spettacolo, della moda e dallo stesso web, una considerazione di una campionessa dello sport ha un valore aggiunto. Stiamo parlando di Maurizia Cacciatori Capitana della Nazionale Italiana di Volley esperta delle tematiche di squadra, leadership e senso di appartenenza. Maurizia Cacciatori classe 1973 nata a Carrara, atleta impareggiabile e dall’altissimo valore nazionale ed internazionale, opinionista televisiva di Sky Sport per la pallavolo femminile e diverse comparse televisive in programmi e film. Vanta 228 presenze nella Nazionale italiana di pallavolo femminile, in cui ha fatto il suo esordio il 27 novembre 1991 ad Apeldoorn (Paesi Bassi) nella partita contro la Russia. Con le azzurre vince un oro ai Giochi del Mediterraneo (2001), un bronzo agli Europei del 1999 in Italia e un argento a quelli del 2001 in Bulgaria. Nel curriculum della pallavolista ci sono anche le Olimpiadi di Sydney 2000, prima qualificazione in assoluto per la nazionale femminile di pallavolo. Al Campionato mondiale di pallavolo femminile 1998 in Giappone, dove l’Italia raggiunge il quinto posto, viene eletta miglior palleggiatrice della manifestazione.

Da atleta la sua esperienza è enorme, da campionessa può dire la sua e non disdegna il mezzo internet per esporre le sue considerazioni. Lo sport di oggi è in continua evoluzione, i giovani spesso abbandonano i propri sogni di vittoria a causa della difficoltà nella loro realizzazione.

Maurizia racconta la sua esperienza: “Prima di ogni grande gara ho sempre dato affidamento alla preparazione svolta con grande fatica, tanta attenzione al dettaglio e coinvolgimento massimo in ogni azione. Si, perché il mio ruolo nello specifico richiede empatia e conoscenza della strategia da attuare ma allo stesso tempo da modificare in qualsiasi momento. Tutti i palloni importanti passavano dalle mie mani. Il mio era un ruolo “in solitario” in quanto non c’erano altre “mani” che palleggiassero per me. Ed ogni palla aveva un’etichetta ed una storia differente dall’altra. I cambiamenti non mi hanno mai messo in difficoltà poiché ho sempre pensato che fossero un’opportunità di miglioramento individuale e di team.”

volleyUn monito positivo per tutti, parole dirette sincere e che arrivano da direttamente da un’atleta tra le più forti nel panorama pallavolistico. Una campionessa prima sul campo e poi nella vita, un atteggiamento positivo da seguire.

Maurizia conclude scrivendo: “Ho vinto il Premio come miglior Palleggiatrice al Mondo semplicemente perché ogni giorno che mi allenavo era un giorno utile e necessario per conquistare quel riconoscimento e perché…. “Le coppe si vincono in allenamento e si ritirano la domenica”.”

Buono sport a tutti.

Per www.agorasportonline.it Alessio Marini

2018 Photos Social Profile Maurizia Cacciatori

 Per rimanere sempre aggiornati su concerti, eventi e manifestazioni sportive visita il mio sito.

Alessio Marini



Articoli correlati