Home » Senza categoria

Crosara in cerca di riscatto al Città di Scorzè

Il pilota di Cavarzere, che per l’occasione sarà navigato dal polesano Luca Roccato, sarà della partita con la propria Renault Clio RS nel produzione.
4 agosto 2018 Stampa articolo

rallyCAVARZERE (Venezia) – Rally Città di Scorzè, l’evento nell’evento per tanti protagonisti del Triveneto e non solo che, di anno in anno, si danno appuntamento fisso lungo le veloci ed insidiose speciali dell’entroterra veneziano.

Tra questi a timbrare, per la quinta volta, il cartellino di presenza troveremo Simone Crosara, deciso a riprendersi con gli interessi quanto sfuggito di mano nella passata edizione.

Nella stagione 2017 infatti, dopo un ottimo avvio culminato sul terzo gradino del podio al Dolomiti Rally Day, il portacolori della scuderia La Superba fu costretto ad alzare anticipatamente bandiera bianca, causa parcheggio lungo uno dei tanti fossi che costeggiano le prove del Città di Scorzè.

Per il nativo di Cavarzere, che si presenterà sulla pedana di partenza al volante della propria Renault Clio RS di gruppo N, l’obiettivo primario sarà quello di tornare ad essere protagonista tra le duemila del produzione.

Principale incognita della vigilia sarà rappresentata dalle gomme: sulla trazione anteriore transalpina, seguita sul campo dal team Galiazzo, saranno montate, per la prima volta, le nuove coperture FIA prodotte da DMACK.

“È la nostra quinta partecipazione a Scorzè” – racconta Crosara – “e ci teniamo ogni anno ad esserci perchè è un rally organizzato in modo esemplare, caratterizzato da un percorso atipico che ricorda molto il Rally di Adria. Anche per me, come per tanti altri colleghi della zona, la passione per il mondo dei motori è nata lungo le speciali polesane. Utilizzeremo per la prima volta le DMACK e, quindi, non sappiamo bene cosa aspettarci. Partiremo accorti all’inizio.”

Il Città di Scorzè, giunto quest’anno alla quindicesima edizione, sarà occasione importante per ricordare un amico scomparso, Rossano Roccato, fratello di Luca, il quale affiancherà il pilota veneziano nell’imminente due giorni rallistica.

“È un piacere ed un onore per me” – sottolinea Crosara – “correre con Luca come navigatore, nel ricordo di suo fratello Rossano. Era un caro amico di tutti noi, une persona speciale. Faremo di tutto per arrivare al traguardo, nel miglior modo possibile, certi che da lassù saprà darci una carica in più per ben figurare.”

Dodici prove speciali in programma, la prima nel tardo pomeriggio del sabato e le restanti undici alla domenica, per un’edizione 2018 profondamente rinnovata.

“Percorso nuovo” – conclude Crosara – “e, tra prove invertite e nuove, saremo alla pari. Le velocità elevate, le staccate da pelo sullo stomaco, i tanti tagli ed i fossi che ti accompagnano durante ogni prova speciale. Sembra facile ma in realtà è una delle gare più insidiose che ci siano. Grazie a Luca, di Top Car, e a Stefano, di Top Rally, per la preparazione della Clio.”

C.S.



Articoli correlati