Home » PATTINAGGIO

Elena Fregnan ha progettato un pattinodromo

Ha concepito un impianto sportivo per gli esami di maturità
19 agosto 2018 Stampa articolo

 pattinaggioElena Fregnan, è una delle centine agli ultimi esami di maturità all’IIS Polo Tecnico di Adria. Giovane pattinatrice portacolori della Delta Roller Porto Viro, durante il percorso di studi ha dovuto fare i conti con la malattia della mamma, che l’ha costretta ad allontanarsi dagli allenamenti e dai campi di gara. ”Ho iniziato a pattinare quando frequentavo  le scuole elementari -racconta-e mi piaceva stare con i  miei amici di squadra e disputare le gare. L’ultima gara che feci, fu a Lusia, dove vinsi. Una vittoria che mi porterò sempre nel cuore”. Dopo la notizia dell’aggravarsi della malattia della mamma, Elena si dedicò agli studi e a dare una mano al papà nelle faccende di casa.” Dopo diversi anni ritornai ad allenarmi, per il solo piacere di pattinare e stare con gli amici. Nel momento in cui dovetti decidere di , scelsi di fare un pattino dromo. Una pista sopraelevata, con un giro utile di 200 metri, con fondo in cemento al quarzo, con tanto di tribune coperte, accessibili anche per le persone con disabilità-spiega Elena- Nel progetto ho inserito gli spogliatoi, gli uffici, il locale per il pronto soccorso, la sala conferenze e un negozio secondo lo stile che richiama un po’ la linea curva del paddock dell’autodromo dove mi sono allenata, insieme ai miei amici di quadra fino all’anno scorso”. Un impianto sportivo che fino a pochi anni fa era inserito nel piano delle opere pubbliche della città polesana, proprio nella cittadella dello sport, (zona piscina per intenderci), e poi naufragato come la cattedrale nel deserto di quello che dovrebbe essere  il nuovo stadio di Porto Viro.

“Questo diploma-racconta Elena- rappresenta il frutto di anni di studio  e una bella soddisfazione per me e la mia famiglia che in tutti questi anni mi ha sostenuto nello studio e nello sport. Nel praticare il pattinaggio  a rotelle, valvola di sfogo dopo ore sui libri, ho imparato a pormi degli obiettivi, sapendo che per raggiungerli era necessario un allenamento costante fatto anche  di sacrifici. E per questo, in questi anni, sono state poche le domeniche dedicate al divertimento e molte di più quelle  trascorse sui libri e per qualche trasferta sportiva”.Ragazza semplice ma ben determinata e con la testa sulle spalle, Elena tiene a puntualizzare che il diploma di geometra per lei, non è un punto di arrivo ma una tappa nel suo percorso di studi, che continuerà all’università di Ferrara dove  agli inizi di Settembre affronterà i test di ingresso per il corso di Design del prodotto industriale e quello del percorso per diventare architetto.”Spero di passare il test per il corso di laurea di design, perché il mio sogno è diventare una progettista a 360 gradi-precisa-“.Immensa la soddisfazione da parte dei genitori e di tutta la squadra della Delta Roller Porto Viro.”Elena è  un esempio di campionessa nella vita, che ha saputo reagire in maniera positiva alle avversità della vita rimboccandosi le maniche, lavorando sodo per costruire il proprio futuro. Un esempio giovane e concreto di resilienza psicologica e un esempio per tutta la nostra squadra-commentano dalla Delta Roller-“.

pattinaggio

C.S.



Articoli correlati