Home » Corsa, PATTINAGGIO

Campionato europeo: in gara Benedetta Rossini

21 agosto 2018 Stampa articolo

pattinaggioOstenda (Belgio) – Giro di boa al Campionato europeo di Ostenda (Belgio) relativo alle categorie Allievi Junior e Senior. Nella cittadina fiamminga si è compiuta la prima parte della kermesse continentale nella fase su pista, mentre domani, 21 agosto, riprenderanno le competizioni nella frazione su strada. Le conquiste azzurre hanno finora portato 44 medaglie (16 d’oro, 18 d’argento e 10 di bronzo), un complessivo davvero notevole. Nazionale anche dai colori verdeblù, in quanto della formazione azzurra fa parte anche Benedetta Rossini, atleta di punta dello Skating Club Rovigo, un po’ sfortunata in questa prima fase. La prima delle due gare di velocità pura dove è stata schierata è la 300 metri a cronometro giunta quarta dove per poco più di un decimo  pattinaggiosi è dovuta arrendere alla compagna di squadra Giorgia Bormida (27.037) lambendo così di un nonnulla il terzo gradino del podio con il tempo di 27.152 (prima e seconda le due padrone di casa Sandrine Tas, 26.402, e Stien Vanhouette, 26.816). Nei 500 metri sprint invece situazione diametralmente opposta che però ha messo ko la portacolori della squadra di pattinaggio rodigina. In semifinale, quattro atlete in partenza con qualifica in finale delle prime due. Partenza grintosa che dalla totale posizione esterna permette di inserirsi al secondo posto tra le due belga Sandrine Tas e Anke Vos, restando perfettamente in scia per i primi due giri quando a circa 100 metri dall’arrivo l’atleta spagnola in coda, Sheila Posada, si rifà sulla terza, implementando la bagarre che si intensifica sul rettilineo finale, dove la spagnola nell’allungare il passo sgambetta l’atleta italiana facendola cadere quindi saltare la qualifica in finale, senza alcuna presa di decisione da parte della giuria arbitrale, differentemente da quanto avvenuto simmetricamente in una gara precedente. “Riparto da qui, sperando in una maggiore fortuna per la fase su strada” queste le parole dell’atleta verdeblù, all’indomani della ripresa.

C.S.



Articoli correlati