Home » RUGBY

Rugby Rovigo vince contro Valsugana e Noceto

8 settembre 2018 Stampa articolo

rugbyROVIGO – È andato in scena oggi allo Stadio “Mario Battaglini” l’ultimo incontro pre-Campionato della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta, nel triangolare con il Valsugana Rugby Padova e il Rugby Noceto. Le partite sono state di 40 minuti ciascuna, senza calci né trasformazioni e mete di 7 punti.

Il primo match tra Valsugana Rugby Padova e Rugby Noceto ha visto la netta vittoria dei padovani per 42-0, con sei mete segnate.

Nella seconda partita la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta ha affrontato la squadra neo-promossa in Top12 del Valsugana Rugby Padova. I Bersaglieri hanno dato spettacolo fin dal primo minuto del match, andando subito in meta con Piva dopo una mischia a metà campo che ha generato una bella azione al largo. Dopo appena 3 minuti i Bersaglieri allungano ulteriormente il punteggio sul 14-0 grazie alla marcatura di Mantelli. Il gioco spumeggiante dei rossoblù si fa valere anche all’11’ quando arriva la meta di Borin che porta i Bersaglieri avanti per 21-0. La quarta marcatura dei rodigini arriva subito prima del water-break di nuovo con Mantelli, che va a schiacciare sotto i pali dopo un offload perfettamente servito da Piva. Il Valsugana tenta di arginare le incursioni rossoblù ma la squadra di casa non demorde e, anzi, torna in meta al 24’ con il giovane Visentin. Al 27’ Mantelli trova un bel break e avanza di diversi metri, pressato dagli avversari s’inventa un calcetto per Loro che riesce a schiacciare l’ovale oltre la linea per la meta del 42-0. rugbyTre minuti dopo è Angelini a trovare il varco nella difesa avversaria e a volare in meta: è la settima marcatura rossoblù. I Bersaglieri continuano a dominare la partita anche negli istanti finali, riuscendo al 37’ a schiacciare nuovamente l’ovale oltre la linea, questa volta con Rossi. La partita si chiude con una bellissima corsa di Odiete che si fa inseguire dagli avversari per almeno 50 metri prima di tuffarsi sotto i pali e schiacciare la nona meta: i rossoblù vincono l’incontro 63-0.

Nell’ultimo match della serata la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta ha affrontato la squadra che milita in Serie A Rugby Noceto. I ragazzi di Marco Frati provano subito un’incursione ma i rossoblù vincono la prova in mischia confinando gli avversari nel loro 22. Nonostante gli sforzi i Bersaglieri non riescono a concretizzare, probabilmente accusando la stanchezza dei precedenti 40 minuti intensi con il Valsugana: i primi 20 minuti terminano infatti sullo 0-0. Nella ripresa, dopo vari tentativi di incursione sui 5 metri avversari, i rossoblù riescono a trovare un varco nella difesa avversaria che manda a segno Halvorsen, alla sua prima uscita ufficiale con i Bersaglieri. I rodigini non demordono e vanno a segnare la seconda meta del match con Mantelli. I rossoblù mantengo un buon ritmo e dopo aver vinto una touch sui propri 22 avanzano di molti metri riuscendo così a schiacciare l’ovale oltre la linea per la terza volta con il giovane Piva. Dopo pochi minuti la partita termina con la vittoria dei Bersaglieri per 21-0.

rugbyQuesti i giocatori del Valsugana Rugby Padova scesi in campo durante il triangolare: Paluello; Lisciani, Dell’Antonio, Calderan, Beraldin; Roden, Citton; Ferraresi, Sironi, Sturaro; Albertarrio, Turcato; Barducci, Shipp, Swanepoel. Sono entrati anche: Cesaro, Michielotto, Trevisan, Giulian, Caldon, Scapin M., Scapin R., Rigutti. Allenatore: Polla Roux

Il Rugby Noceto ha schierato: Garulli; Ciju, Greco, Savina, Ghiretti; Anversi, Albertini; Barbieri, Serafini, Freddo; Bonfiglio, Mazzoni; Lanfredi, Marcoleoni, Diberti. Allenatore: Marco Frati

Il XV rossoblù sceso in campo: Odiete; Borin, Modena, Angelini, Visentin; Mantelli, Piva; Ferro (cap.), Lubian, Vian; Nibert, Cicchinelli; D’Amico, Cadorini, Pomaro. Sono entrati in campo: Pavesi, Rossi, Tveraga, Parolo, Venco, Halvorsen, Chillon, Loro, Bordin. Allenatore: Umberto Casellato

“In questi incontri pre-Campionato abbiamo alternato cose buone a cose meno buone, gli ultimi 40 minuti di oggi per esempio non son stati dei migliori – afferma alla fine del triangolare l’head coach rossoblù Umberto Casellato – Eravamo molto rivoluzionati in tutti i ruoli a causa degli infortunati e merito anche al Noceto che si è battuto di più. Nel rugby la fame è tutto e noi ne abbiamo avuta di più contro il Valsugana; abbiamo avuto un po’ di difficoltà nella seconda sfida, capita se manca un po’ di pathos e concentrazione nei particolari. Comunque nel complesso sono soddisfatto, ora i ragazzi devono restare concentrati per l’avvio del Campionato, ricordando sempre che scendono in campo indossando la maglia del Rovigo: non importano le difficoltà, gli infortunati, qualsiasi giocatore che indossa il rossoblù deve battersi al 100% per questa maglia”.rugby

 

C.S.



Articoli correlati