Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: un ottimo inizio, Eagles battuti 0-3

9 settembre 2018 Stampa articolo

volleyVolley Eagles Vergati-Alva Inox Delta Volley 0-3 (19-25, 20-25, 22-25)

Battute punto/errori: Eagles 2/11, Delta 9/9; Ricezione: Eagles 53%, Delta 74%; Attacco: Eagles 39%, Delta 48%; Muri punto: Eagles 6, Delta 11.

Volley Eagles Vergati: Michele Pranovi 17, Giandomenico Zanatta 7, Masiero 6, Gambalonga 3, Milani e Marcolin 2, Rampazzo 1, Francesco Zanatta, Mario e Matteo Pranovi 0. Liberi: Pinarello e Frison. Coach: Luca Zanon.

Alva Inox Delta Volley: Dordei e Arienti 11, Maniero 8, Cuda 7, Luisettto 6, Bellini e Trolese 5, Bernardi 2, Vanini 0, Michieli, Ruffo e Bosetti NE: liberi: Lampreht e Fregnan. Coach: Massimo Zambonin.

Pochi fronzoli, tanta sostanza. È un ottimo inizio quello dell’Alva Inox Delta Volley, che alla prima gara di Coppa Veneto, nonché prima uscita della stagione, schianta 0-3 i Volley Eagles Vergati. I ragazzi di Massimo Zambonin controllano grazie alla battuta i due parziali inaugurali, nel terzo subiscono la rimonta avversaria, ma tornano al comando nel momento clou, dimostrando già il carattere della grande squadra.

LA PARTITA

Il primo starting players dell’Alva Inox 2018/2019: Vanini alzatore e Maniero opposto (Bellini non è ancora al meglio), centrali Arienti e Luisetto, Cuda e Dordei schiacciatori, Lamprecht libero uno. Luca Zanon, tecnico degli Eagles, risponde con Francesco Zanatta-Michele Pranovi in diagonale, Giandomenico Zanatta e Gambalonga al centro, l’ex Masiero e Marcolin in posto quattro, primo libero Pinarello. Arbitrano l’incontro Marco Pernpruner di Negrar e Nicola Bassetto di Minerbe.

Subito un ruggito degli ospiti con l’ace di Dordei (2-4), Masiero pareggia su palla vagante (4-4). Più deciso lo strappo sul turno in battuta di Arienti (ace del 4-6 per lui), che conduce il Delta fino al 4-8 (time Zanon). Cuda aggiunge un mattoncino (6-11), Luisetto fa la voce grossa a muro (7-13), un ispiratissimo Maniero piazza il servizio vincente dell’apparente tranquillità (9-16, secondo time Eagles). Apparente, perché i padroni di casa tirano fuori gli artigli, accorciando 16-19 sulla battuta di Giandomenico Zanatta (stavolta tempo per coach Zambonin). La reazione delle aquile patavine non produce altri scossoni, e nel finale c’è spazio per l’esordio in nerofucsia di Bernardi e Bellini (out Cuda e Vanini). Chiude la frazione l’ennesimo ace rodigino, firmato da Maniero: 19-25, 0-1. Gli Eagles iniziano il secondo set con Matteo Pranovi al posto di Marcolin e con un break di vantaggio. Immediata risposta dell’Alva Inox, muro di Arienti, 2-3. Dordei sigla il 2-4, quindi show di Arienti in attacco (4-8) e in battuta (ace del 5-10 e del 5-12). Come nel parziale precedente, la squadra di casa torna sotto, stavolta grazie ai muri di Masiero e di Giandomenico Zanatta (11-14, time Zambonin). Sul 13-15 entra Trolese per Luisetto, Dordei si esalta (15-18), ma gli Eagles a muro, fanno capire che c’è ancora partita (17-18). Sul più bello, però, i locali commettono un paio di erroracci gratuiti (18-21), spianando la strada al Delta, che dilaga di nuovo: 20-25, 0-2. Terzo set, Trolese confermato nel sestetto ospite, le altre novità sono Bellini per l’Alva Inox (gli lascia il posto Maniero), Milani e Rampazzo per gli Eagles. Ancora fuga nerofucsia, lanciata dai muri in sequenza di Bellini (7-10) e Arienti (7-11). L’ace di Rampazzo riaccende la sfida (10-12), ma nei fatti sono tre errori del Delta a consegnare il vantaggio ai locali (15-14). Si entra nel vivo: muro di Giandomenico Zanatta e ace di Gambalonga (17-14), doppietta muro-attacco di Cuda (17-16), Milani mette giù un “rigore” pesante (19-16), ci vogliono Bellini (19-17) e un super Trolese (attacco e muro) per tornare in parità (19-19). Inarrestabile Michele Pranovi da posto due (tre diagonali di fila, 22-21), il Delta si affida a Bernardi (subentrato a Dordei) e Cuda per il sorpasso più importante della serata (22-23). Gli ultimi applausi se li merita il neoacquisto Arienti: muro del 22-24, schiacciata del 22-25, 0-3 Delta.

Il commento di Massimo Zambonin al termine della sua prima gara sulla panchina dell’Alva Inox: “Sono molto soddisfatto della prestazione, la squadra ha fatto vedere ottime cose in campo. Ovviamente i meccanismi non sono ancora oliati a questo punto della stagione, per cui ci sono state delle sbavature. Nel terzo set abbiamo commesso qualche errore di troppo in attacco, ma i ragazzi ci hanno creduto, non hanno mollato e sono riusciti a portare a casa la vittoria. Positivi gli ingressi dalla panchina di Bernardi e di Trolese, abbiamo dato un po’ di spazio anche a Bellini che ancora non è al meglio. Davvero un buon inizio di stagione”.

C.S.



Articoli correlati